Usabilità del sito Web 101

L’usabilità è fondamentale per il successo di qualsiasi sito Web. Se un sito è difficile da utilizzare, non solo sarà frustrante per gli utenti, ma danneggerà anche la tua attività.


Gli utenti trascorreranno meno tempo su un sito che trovano difficile da usare e si arrenderanno prima di completare i tuoi inviti all’azione. Ricorderanno anche meno di ciò che leggono e hanno molte meno probabilità di tornare.

In breve, la scarsa fruibilità del sito è terribile per le aziende. Ma cosa puoi fare al riguardo?

La risposta sta in:

  • Capire cosa rende un sito Web difficile da usare in primo luogo.
  • Conoscere le tecniche per migliorare le cose.
  • Implementazione di un programma continuo di test di usabilità per tutta la vita del sito Web.

Sono questi tre componenti che esploriamo in questo post, a partire da ciò che rende un sito Web difficile da usare in primo luogo.

Ciò che rende un sito Web difficile da usare

Ci sono tre ragioni principali per cui qualcuno trova un sito Web difficile da usare.

Il primo motivo è quello il sito è solo confuso. Forse ha troppi elementi sullo schermo che l’utente deve elaborare. In alternativa, potrebbero esserci molte animazioni o immagini che distraggono. In ogni caso, l’utente viene rapidamente sopraffatto.

Il secondo motivo è quello il sito Web non è coerente con le aspettative. Ad esempio, se ti chiedessi come eseguire la ricerca su un sito Web, è probabile che tu vada in alto a destra nella pagina e digiti la query di ricerca in un campo di input lì prima di premere il pulsante di ricerca.

Tuttavia, se il campo di input non era in alto a destra o mancava il pulsante, verrai immediatamente confuso perché il sito non si è comportato come previsto.

Wikipedia trova un esempio
Per molto tempo, Wikipedia ha confuso gli utenti con la posizione e l’etichettatura della sua funzione di ricerca.

L’ultimo motivo per cui le persone lottano con i siti Web è quello chiedono semplicemente troppo a loro. Molti siti presentano troppe opzioni all’utente in una volta sola con lunghi elenchi di prodotti, innumerevoli inviti all’azione o navigazione gonfia.

Le persone diventano sopraffatte, soffrono paralisi di analisi di fronte a troppe opzioni. Infatti, Legge di Hicks ha dimostrato una relazione diretta tra il numero di opzioni e il tempo necessario per effettuare una scelta. Questo è il momento in cui la maggior parte degli utenti non è disposta a investire online.

Più scelte significano maggiori tempi di risposta
Hicks Law ci mostra che più scelte offriamo a un utente, più tempo ci vorrà per decidere, aumentando così le possibilità che abbandonino il sito.

Senza dubbio quando guardi il tuo sito web, sembra abbastanza facile da usare. Tuttavia, sfortunatamente, sei nella posizione sbagliata per giudicare l’usabilità del tuo sito web. Ci sono due ragioni per questo.

  • Primo, più diventiamo familiari con qualcosa, più intuitiva diventa. Devi solo ripensare a quando hai imparato a guidare per rendersi conto che è vero. Quando le persone imparano a guidare per la prima volta, è travolgente con tante cose diverse da considerare. Tuttavia, dopo aver guidato alcuni anni, è facile arrivare sul posto di lavoro senza memoria del viaggio, per non parlare dell’atto di guida.
  • Secondo, quando guardiamo il nostro sito Web, di solito prestiamo la nostra piena attenzione. Tuttavia, gli utenti raramente lo sono. Pensa al modo in cui navighi su altri siti Web. Spesso sei circondato da distrazioni, che si tratti di colleghi rumorosi in ufficio o dei tuoi figli che richiedono attenzione a casa.

Le cose vanno ancora peggio sui dispositivi mobili, dove li usiamo spesso quando siamo in giro o mentre facciamo altre attività come guardare la TV.

Quindi, se non possiamo fidarci del nostro giudizio riguardo al nostro sito Web, come possiamo iniziare a migliorarne l’usabilità? La risposta è che dobbiamo testare.

Come testare l’usabilità del tuo sito web

Molti considerano l’usabilità testare un lusso che non possono permettersi. Che richiede tempo e denaro. Tuttavia, anche se certamente può essere entrambi, non è necessario.

Per cominciare, ci sono molte idee sbagliate sul test. Non è necessario testare con molte persone. Cinque o sei persone sono ampie in quanto più non scopre significativamente più problemi. Inoltre, non hai necessariamente bisogno del tuo vero pubblico. Sebbene sia sempre meglio testare con i tuoi utenti reali quando si tratta di testare l’usabilità, la maggior parte delle persone dovrà affrontare le stesse sfide. Solo quando lavori con persone con bisogni specifici (come anziani o bambini), i dati demografici contano.

Più tester non significa più problemi riscontrati
Il numero di ulteriori problemi riscontrati diminuisce drasticamente durante i test con più di 5 o 6 utenti.

Esistono molti semplici test che è possibile eseguire che possono essere eseguiti gratuitamente o al massimo pochi dollari. Inoltre, è spesso possibile ottenere risultati entro un’ora. Puoi spendere più tempo di questo dibattito sull’approccio giusto quando avresti potuto appena testato e ottenere una risposta definitiva.

L’approccio migliore è quello di adottare una mentalità “testiamo questo”. In altre parole, ogni volta che hai una decisione da prendere su quale strategia scegliere, non indovinare, testare.

Non aspettare fino alla fine della riprogettazione del tuo sito web prima del test. A quel punto, è troppo tardi. Se riscontri problemi, è troppo dispendioso in termini di tempo e denaro per risolvere il problema.

Quando si tratta di testare l’usabilità del tuo sito Web, non puoi mai iniziare i test troppo presto. È anche possibile testare usando uno schizzo o un wireframe. Tuttavia, dovresti senza dubbio testare il modello di progettazione prima di creare qualsiasi cosa.

Che si tratti di uno schizzo, un wireframe o un concetto di design, ci sono due semplici test che puoi eseguire con gli utenti che ti diranno se stai andando nella giusta direzione.

1) Il test del primo clic

Quando si visita un sito Web, il primo clic che un utente fa può determinare se sono riusciti a completare la propria attività.

Uno studio rispettato sull’usabilità del sito web di Bob Bailey e Cari Wolfson hanno scoperto che se un utente riceveva il primo clic giusto, aveva l’87% di probabilità di completare correttamente il proprio compito. Tuttavia, se il primo clic viene visualizzato in modo errato, scende al 46%.

Siamo in grado di testare la probabilità che un utente ottenga il primo clic giusto, mostrandogli un concetto di design e chiedendo su cosa farebbe clic per completare un’attività specifica che gli viene assegnata.

Puoi farlo di persona o eseguire un sondaggio che invii alle persone via e-mail, social media o il tuo sito web. Inoltre, ci sono molti servizi che recluteranno partecipanti per tuo conto per un minimo di un dollaro a persona.

Se decidi di eseguirlo come sondaggio, avrai bisogno di un software speciale in grado di tracciare dove gli utenti fanno clic su un’immagine statica del tuo sito web. Un buon esempio di questo tipo di software è Hub di usabilità. Non solo ti consentono di eseguire test del primo clic non facilitati, ma supportano anche il secondo test che consiglierei: un test di cinque secondi.

Usabilità Mappa termica immagine hub
Hub di usabilità ti consentirà di eseguire test del primo clic e persino di aiutare a reclutare partecipanti.

2) Un test di cinque secondi

Mentre un test del primo clic ti aiuta a capire quanto sia efficace la tua navigazione, un test di cinque secondi metterà alla prova la gerarchia visiva del tuo sito. In altre parole, ti consente di capire se gli utenti vedono gli elementi essenziali nella pagina.

Come suggerisce il nome, in un test di cinque secondi, mostri all’utente la pagina per cinque secondi prima di nasconderla. A questo punto, chiedi all’utente di ricordare ciò che hanno visto.

Nota non solo ciò che hanno ricordato ma l’ordine in cui ti ripetono quegli elementi. Le persone in genere menzionano per prime le cose che hanno avuto l’impatto più significativo. Se le persone fanno fatica a ricordare il tuo invito all’azione o messaggi critici, sai di avere un problema che deve essere risolto.

Puoi anche chiedere agli utenti di cosa pensano il sito web. Potresti essere sorpreso dalle risposte. Spesso ciò che ci appare ovvio non sarà per i tuoi utenti. Non è insolito per gli utenti fraintendere completamente l’argomento di un sito Web o ciò che la propria organizzazione offre.

Non che i tuoi test siano limitati a concetti di design. Puoi testare anche un sito Web o un prototipo esistente eseguendo il test di usabilità.

3) Test di usabilità leggero

Esistono molti modi per eseguire i test di usabilità, ma per i nostri scopi, suggerisco la più leggera di tutte le opzioni di test. Ciò contribuirà a stabilire il valore dei test di usabilità nella tua mente e forse ti incoraggerà a diventare più ambizioso in futuro.

Il tipo di test di usabilità a cui mi riferisco è noto come test remoto non facilitato. In altre parole, non eseguirai il test di persona e non dovrai essere presente durante l’esperimento.

Per eseguire questo tipo di test, è necessario un modo per pubblicare il test online e registrare le persone che lo completano. Fortunatamente, ci sono molti strumenti disponibili come UserBrain.

Test di usabilità di UserBrain
UserBrain è uno dei molti strumenti che consentono di eseguire un test di usabilità remota non facilitato.

L’installazione è semplice. Definisci un’attività che desideri venga completata dagli utenti sul tuo sito Web e quindi invita le persone a completarla.

Quello che ottieni è un breve video dell’utente che cerca di completare la tua attività, incluso un commento audio in cui l’utente spiega cosa stanno pensando e perché prendono le decisioni che prendono sul tuo sito.

Ancora una volta, strumenti come UserBrain spesso reclutano utenti per tuo conto con un costo a partire da circa $ 15. Tuttavia, puoi anche arruolare i tuoi partecipanti da amici, familiari o colleghi. Detto questo, cerca di evitare di usare le persone all’interno della tua azienda poiché sapranno troppo per essere dei buoni partecipanti.

Come puoi vedere, non è necessario che i test siano difficili e se decidi di utilizzare una terza parte per aiutarti nel reclutamento, spesso ottieni risultati in meno di un’ora. Di conseguenza, puoi testare durante il processo di riprogettazione e anche regolarmente sul tuo sito live. Questa è una buona idea perché più test si effettuano, più problemi scoprirai.

Più test con meno tester è meglio
Più round di test sono più efficaci di un singolo round con molte persone.

Ciò significa che inizierai rapidamente a trovare problemi con il tuo sito Web che devono essere risolti. Il modo in cui affronti questi problemi dipenderà da ciò che sono. Tuttavia, nel resto di questo articolo, voglio condividere con voi alcuni modi comuni per aiutarvi a superare la maggior parte degli ostacoli di usabilità sul vostro sito Web.

Come migliorare l’usabilità del sito Web

Esistono molti modi per migliorare l’usabilità del tuo sito Web. Tuttavia, vale la pena prestare particolare attenzione a tre aree. Questi sono:

  • La semplicità della tua interfaccia.
  • La visibilità di contenuti critici e inviti all’azione.
  • La pertinenza e la chiarezza dei contenuti.

Diamo un’occhiata a questi tre in modo più dettagliato.

1) Semplifica l’interfaccia e i contenuti

Nella maggior parte dei casi, semplificare l’interfaccia utente e i contenuti è il modo più efficace per migliorare l’usabilità del tuo sito Web.

Spesso i siti Web sono pieni di elementi non necessari come immagini stock insignificanti, collegamenti di navigazione secondari e contenuti non pertinenti di cui l’utente non si preoccupa.

Troppo spesso abbiamo l’atteggiamento che qualcuno potrebbe trovare utile, quindi mettiamolo online. Il risultato è che i nostri siti Web diventano così disordinati che le persone non riescono a trovare gli elementi a cui sono interessati.

Fortunatamente, puoi risolverlo con un semplice processo in tre fasi.

Il primo passo è valuta ogni elemento in una determinata pagina e chiediti se è possibile rimuovere quell’elemento. Che impatto negativo avrebbe e che vale la pena pagare per un sito Web più utilizzabile?

Il secondo passo è osserva gli elementi rimanenti dello schermo e chiedi se uno di questi elementi svolge un ruolo secondario. Forse soddisfano le esigenze di un pubblico secondario o consentono all’utente di affrontare un’attività meno importante.

In tal caso, chiediti se potresti nascondere quell’elemento per non distrarre le persone da compiti più importanti. Potrebbe essere nascosto più sepolto nel sito Web o forse potrebbe essere sotto una scheda o fisarmonica? Ciò significa che è ancora accessibile alle persone ma non complica l’esperienza per la maggior parte degli utenti.

Infine, è tempo di guardare a ciò che è rimasto sulla pagina. Dobbiamo prendere alcune decisioni su ciò a cui vogliamo che l’utente presti maggiore attenzione.

Ad esempio, qual è il tuo principale invito all’azione? Viene data molta più attenzione di un’azione successiva come “seguici sui social media?”

E i contenuti? In quale ordine è probabile che le persone vedano i tuoi contenuti? Avrà senso? Le persone vedranno il tuo strapline che spiega cosa fai prima di vedere qualcosa di meno critico come il tuo indirizzo postale?

È qui che il test di cinque secondi può tornare utile. Ti aiuterà a scoprire se hai la gerarchia visiva di una pagina a destra.

Naturalmente, per giudicare se hai le cose giuste, hai bisogno di una chiara idea nella testa di quali elementi sono più importanti nella pagina.

Un modo per farlo è quello di assegnare punti di attenzione agli elementi. Concediti 25 punti di attenzione. Ogni elemento della pagina deve avere almeno un punto, ma se vuoi che le persone prestino maggiore attenzione a una cosa piuttosto che a un’altra, deve avere più punti. Quindi, ad esempio, il tuo invito all’azione principale potrebbe avere sei punti, mentre l’informativa sulla privacy ne avrebbe uno.

Una volta che lo hai fatto, puoi progettare la pagina per rispecchiare quelle priorità relative. Ciò solleva la questione di come si progetta una pagina per assicurarsi di attirare l’attenzione sugli elementi giusti.

2) Design per la massima visibilità

Esistono molte tecniche che i progettisti utilizzano per attirare l’attenzione dell’utente su elementi dello schermo più essenziali come le strisce o gli inviti all’azione. Tuttavia, ce ne sono cinque che si dimostrano particolarmente potenti. Questi sono:

  • Posizione.
  • Immagini.
  • Spazio negativo.
  • Colore.
  • Dimensione.

1) Considerare la posizione

A causa di come leggiamo le pagine Web e di come ci aspettiamo che si comportino, alcune posizioni su una pagina hanno maggiori probabilità di attirare l’attenzione di altre.

Ad esempio, perché in Occidente leggiamo da sinistra a destra, favoriamo la sinistra delle pagine. Abbiamo anche appreso che sulla maggior parte dei siti Web, la colonna di destra tende a contenere contenuti secondari. Insieme, questi due fattori significano che l’immissione di contenuti di valore nella colonna di destra riduce la probabilità che l’utente lo veda.

Gli utenti danno priorità al lato sinistro
L’attenzione dell’utente è un pregiudizio verso la colonna di sinistra.

Gli utenti tendono anche a prestare maggiore attenzione ai contenuti più in alto nella pagina, quindi se vuoi che le persone individuino qualcosa, è spesso meglio posizionarlo vicino all’inizio.

Tuttavia, anche il tempismo è essenziale. Se vuoi che qualcuno si iscriva alla tua newsletter, ad esempio, potrebbe essere meglio mettere quell’invito all’azione più in basso nella pagina una volta che hanno avuto l’opportunità di valutare la qualità dei tuoi contenuti.

Questo è il motivo per cui consiglio di provare quando si tratta di sapere se posizionare meglio gli elementi. Sì, come regola generale, piazzare un invito all’azione in alto sulla pagina e sulla sinistra o al centro si rivelerà la cosa migliore. Tuttavia, ci sono molte eccezioni, non da ultimo l’influenza delle immagini.

2) Usa le immagini con cura

Le immagini hanno un forte richiamo sulla nostra attenzione. I nostri occhi sono attratti dalle immagini e in particolare se l’immagine contiene un volto. Siamo biologicamente programmati per prestare attenzione alle persone.

Questo può essere un aiuto o un ostacolo all’usabilità del tuo sito, a seconda di come usi le immagini.

Ad esempio, è facile che l’attenzione di un utente salti un invito all’azione se è presente un’immagine vicina per attirare la sua attenzione.

Le immagini possono ridurre l'efficacia del CTA
È facile che l’attenzione salti gli inviti all’azione per le immagini vicine.

Tuttavia, possiamo anche utilizzare un’immagine per attirare l’attenzione degli utenti. Ad esempio, tendiamo a seguire la linea degli occhi dei volti che vediamo nelle immagini. Se la persona sta guardando il tuo invito all’azione o altri contenuti critici, è più probabile che lo individuiamo.

Le immagini associate al CTA sono migliori
Associare le immagini a un invito all’azione può aiutare ad attirare l’attenzione degli utenti.

Non che sia solo la linea dell’occhio che tendiamo a seguire. Possiamo usare frecce o linee direzionali per attirare l’attenzione su o lontano da altri contenuti.

Inoltre, la distanza relativa tra un contenuto critico e le immagini associate influirà su ciò che le persone vedono. Quando due elementi sono vicini tra loro, tendono ad essere associati tra loro. Quindi un’immagine proprio accanto a un invito all’azione sarà di solito attira la nostra attenzione su quell’invito all’azione.

Design sottile invita all'azione
Le sottili code di progettazione possono attirare l’attenzione dell’utente verso inviti all’azione critici.

La relazione tra elementi può aiutare anche in un altro modo. Può permetterci di usare lo spazio negativo a nostro favore.

3) Utilizzare lo spazio negativo

Sono sicuro che hai visto Dov ‘è Wally nel passato. Ciò che rende così difficile individuare Wally non è che il personaggio sia particolarmente mimetizzato. In effetti, ha un vestito luminoso e distintivo. È difficile da vedere perché è circondato da così tanti elementi sulla pagina, in competizione per la nostra attenzione.

Abbiamo già parlato della riduzione del numero di elementi in competizione per la nostra attenzione su una pagina. Ma un’altra tecnica che possiamo usare è quella di circondare il nostro contenuto critico con lo spazio. Senza nient’altro a cui aggrapparsi nelle vicinanze, il nostro occhio si concentrerà invece su quel contenuto. È lo stesso motivo per cui vedremo il segno più piccolo su un muro bianco.

Spazi negativi
Lo spazio negativo focalizza l’attenzione su tutti gli elementi dello schermo vicini.

Non quello spazio negativo è l’unico modo per far risaltare il tuo contenuto critico da altri elementi. Possiamo usare anche il colore.

4) Migliora con il colore

Sappiamo tutti come uccelli e fiori usano colori vivaci e contrastanti per distinguersi da ciò che li circonda. Possiamo usare la stessa tecnica sui nostri siti Web, riservando un colore diverso esclusivamente per contenuti critici come i nostri inviti all’azione.

Evidenzia i colori
Il designer creativo digitale, Andy Clarke, ha utilizzato i colori di evidenziazione in modo efficace nel suo lavoro con il WWF.

Tuttavia, dobbiamo stare attenti a non fare affidamento esclusivamente sul colore perché lo vediamo tutti in modo leggermente diverso.

Detto questo, il colore può essere un potente strumento per attirare l’attenzione quando combinato con altre tecniche, come l’utilizzo delle dimensioni a nostro vantaggio.

5) Utilizzare le dimensioni relative

Un modo in cui giudichiamo l’importanza relativa degli elementi è la dimensione. Sappiamo istintivamente che un grande pulsante di invito all’azione è più importante del minuscolo collegamento alla politica sulla privacy.

Tuttavia, non sono le dimensioni stesse che contano come le dimensioni relative tra gli articoli. Se tutto è grande, allora niente lo è. Tutto ha uguale importanza nella mente delle persone.

Inoltre, maggiore è la differenza tra le dimensioni degli elementi, maggiore è la distinzione tra di essi. Quindi il contrasto tra la nostra politica sulla privacy e l’invito all’azione principale è evidente.

Tuttavia, troppo spesso la dimensione relativa tra gli elementi di un sito Web non è abbastanza grande, e quindi la distinzione non è abbastanza evidente da fare la differenza.

Come puoi vedere, il design è un potente strumento per attirare l’attenzione, ma dobbiamo anche considerare il contenuto del nostro sito.

3) Considerare l’utente durante la creazione di contenuti

Il problema principale con il contenuto dei siti Web è che non lo creiamo pensando all’utente. Partiamo dalla premessa di “cosa vogliamo dire di noi stessi”. Invece, dovremmo chiedere “cosa vuole sapere l’utente”.

Ciò significa che, dal punto di vista dell’usabilità, dobbiamo mettere le informazioni giuste davanti agli utenti al momento giusto.

1) Non effettuare la ricerca di risposte da parte dell’utente

Troppo spesso gli utenti devono cercare le informazioni di cui hanno bisogno. Ad esempio, immagina di iscriverti a una newsletter. Poco prima di te, ti viene in mente tutta una serie di domande sul fatto che ti invieranno spam o su quanto sarà sicuro il tuo indirizzo e-mail. Tuttavia, troppo spesso, dovresti cercare le risposte in alcune politiche sulla privacy sepolte nel profondo del sito web. Invece, dovremmo rispondere a queste domande il design del nostro modulo di iscrizione alla newsletter.

Rispondere alle domande degli utenti
Rispondi alle domande degli utenti su dove sia attualmente la loro attenzione. Non farli cercare le risposte.

Non che questo sia l’unico problema con l’approccio al contenuto. Abbiamo anche l’abitudine di strutturare i contenuti attorno alla nostra visione del mondo. Dimentichiamo che l’utente vede il mondo in modo diverso.

2) Abbina il modello mentale degli utenti

Ognuno di noi ha un modello mentale del mondo. Ciò influenza il modo in cui vediamo il mondo e le connessioni che facciamo tra concetti o cose.

Il problema è che più siamo specializzati, più il nostro modello mentale differisce da quelli che ci circondano. Ad esempio, se ti chiedessi cosa faresti se andassi in banca, probabilmente penseresti a una specie di transazione finanziaria. Tuttavia, se dovessi porre la stessa domanda di un pescatore professionista, potrebbero pensare a una riva del fiume.

Questi diversi modelli mentali possono essere una grande sfida durante la creazione della struttura del tuo sito perché il tuo modello mentale è probabilmente molto diverso dal tuo pubblico. Sei uno specialista nella tua materia e quindi il modo in cui vedi il mondo sarà diverso dai tuoi utenti.

Ecco perché dobbiamo coinvolgere l’utente nella creazione della struttura del sito, usando una tecnica simile ordinamento delle carte, o almeno testare qualsiasi architettura di informazione che ci viene in mente.

L’altro problema che potresti riscontrare con l’architettura delle informazioni è il numero di elementi di navigazione visualizzati.

3) Limitare le opzioni e renderle distinte

Un ostacolo significativo all’usabilità su molti siti Web è la complessità della navigazione. Molti siti hanno semplicemente troppi elementi su ogni livello della loro navigazione. Questo è un problema per due motivi.

  • Primo, siamo terribili nel conservare molte informazioni nella nostra memoria a breve termine. In genere possiamo contenere circa quattro elementi alla volta, motivo per cui il numero della tua carta di credito è raggruppato in quattro gruppi di quattro cifre.
  • Secondo, più elementi di navigazione abbiamo, più è probabile che siano simili. Quando le opzioni non sono distinte tra loro, gli utenti diventano incerti e hanno maggiori probabilità di commettere errori.
Fai delle scelte distinte
Se hai più di una scelta, assicurati che siano distinti. Se sono troppo simili, gli utenti non sceglieranno.

Di conseguenza, dovremmo limitare il numero di opzioni che mostriamo agli utenti in qualsiasi momento e assicurarci che ogni opzione sia il più distinta e chiaramente etichettata possibile. Ciò vale indipendentemente dal fatto che si tratti di articoli di navigazione, categorie di prodotti e-commerce o inviti all’azione.

Un piccolo investimento può fare la differenza

L’usabilità del sito Web è un argomento enorme e complicato. Tuttavia, è facile da avviare e farà una differenza significativa con solo un piccolo sforzo.

Non solo finirai con utenti più felici, ma vedrai anche miglioramenti nei tassi di conversione e il numero di visitatori di ritorno, per non parlare del passaparola.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Adblock
    detector