Foglio informativo su PHP

PHP-cheat-sheet-PDFIl nostro cheat sheet di PHP mira ad aiutare chiunque cerchi di acquisire padronanza o migliorare la propria conoscenza di PHP. Il linguaggio di programmazione è tra i più popolari nello sviluppo web. È nel cuore di WordPress, il CMS più famoso al mondo, e costituisce anche la base di altre piattaforme come Joomla e Drupal. (Non perdere il nostro confronto dei tre.)


A parte questo, PHP è un Open Source e quindi gratuito da usare. Fin dalla sua istituzione nel 1995, ha avuto diverse versioni. L’ultima versione, PHP 7.2, è uscita alla fine del 2017.

PHP è un linguaggio lato server, nel senso che viene eseguito sul server, non nel browser dell’utente (al contrario, ad esempio, di JavaScript). Gli script PHP producono HTML che viene quindi passato al browser per l’interpretazione. Di conseguenza, l’utente non vede il codice stesso ma solo il risultato.

php cheat sheet
Di GgiaEsquema-proxy-internet.svg: Randomicc [CC BY-SA 3.0], da Wikimedia Commons

Il linguaggio di programmazione è relativamente facile da imparare per i principianti, ma offre anche molte possibilità avanzate ai programmatori veterani.

Per questo motivo, il seguente cheat sheet di PHP è adatto a te, indipendentemente da dove ti trovi nel tuo viaggio. Copre i concetti e le funzioni PHP più importanti e funge da guida di riferimento rapido per coloro che utilizzano PHP per lo sviluppo web.

Abbiamo molto da coprire, quindi entriamoci subito. Se questo non è abbastanza per te, abbiamo anche cheat sheet per HTML, CSS e jQuery e il suddetto JavaScript.

Contents

Foglio informativo su PHP

  • Link per scaricare

PHP Cheat Sheet – Le basi

Iniziamo con le basi: come dichiarare PHP in un file, scrivere commenti e dati di output.

Incluso PHP in un file

I file PHP finiscono in .php. Oltre a PHP stesso, possono contenere testo, HTML, CSS e JavaScript. Affinché un browser riconosca PHP, devi racchiuderlo tra parentesi: e ?>. Di conseguenza, puoi eseguire PHP su una pagina:

Scrivere commenti

Come molte altre lingue, PHP ha anche la possibilità di aggiungere commenti. Questo è importante per annotare il codice per i lettori umani, ma in un modo che il browser non tenta di eseguirlo. In PHP, hai diversi modi per farlo:

  • // - Indica commenti che si estendono su una sola riga
  • # - Un altro modo di produrre commenti a riga singola
  • / *...* / - Tutto tra / * e * / non viene eseguito, funziona anche su più righe

Un esempio comune dell'uso dei commenti sono le intestazioni dei temi di WordPress:

/ *
Nome del tema: Ventisette
URI del tema: https://wordpress.org/themes/twentyseventeen/
Autore: il team di WordPress
URI dell'autore: https://wordpress.org/
Descrizione: Twenty Seventeen dà vita al tuo sito con video di intestazione e immagini coinvolgenti. Con particolare attenzione ai siti aziendali, presenta più sezioni in prima pagina, nonché widget, menu di navigazione e social, un logo e altro ancora. Personalizza la sua griglia asimmetrica con una combinazione di colori personalizzata e mostra i tuoi contenuti multimediali con i formati dei post. Il nostro tema predefinito per il 2017 funziona alla grande in molte lingue, per qualsiasi abilità e su qualsiasi dispositivo.
Versione: 1.5
Licenza: GNU General Public License v2 o successive
URI di licenza: http://www.gnu.org/licenses/gpl-2.0.html
Dominio di testo: ventisette anni
Tag: una colonna, due colonne, barra laterale destra, intestazione flessibile, pronto per l'accessibilità, colori personalizzati, intestazione personalizzata, menu personalizzato, logo personalizzato, stile editor, immagini in primo piano, widget piè di pagina, formati post, supporto lingua rtl, sticky post, opzioni tema, commenti thread, traduzione pronta

Questo tema, come WordPress, è concesso in licenza in base alla GPL.
Usalo per creare qualcosa di interessante, divertirti e condividere ciò che hai imparato con gli altri.
* /

Emissione dei dati

In PHP, i dati vengono comunemente emessi utilizzando eco o Stampa. Ad esempio, il titolo di questo post sul blog potrebbe essere visualizzato su una pagina come questa:

Foglio informativo su PHP";

?>

I due comandi eco e Stampa sono praticamente uguali. L'unica differenza è che il primo non ha valore di ritorno e può accettare diversi parametri, mentre il secondo ha un valore di ritorno di 1 e può accettare solo un argomento.

Una nota importante: come tutti gli altri comandi PHP, le funzioni eco e Stampa non fanno distinzione tra maiuscole e minuscole. Ciò significa che quando scrivi ECO, Eco, eco o qualsiasi altra variazione, continueranno a funzionare. Come imparerai più avanti, questo non si applica a tutto.

Scrivere funzioni PHP

Le funzioni sono scorciatoie per blocchi di codice comunemente usati. Rendono la programmazione molto più semplice perché non è necessario riutilizzare frammenti di codice lunghi. Invece, li crei una volta e usi le scorciatoie quando ne hai bisogno.

È possibile creare le tue funzioni PHP ma ce ne sono anche molte integrate nel linguaggio di programmazione. Gran parte di questo cheat sheet di PHP è dedicato a questo.

La sintassi di base per creare una funzione:

funzione NameOfTheFunction () {

// inserisci qui il codice PHP

}

Spiegazione rapida: la prima parte è la funzione di un nome (promemoria: i nomi delle funzioni non fanno distinzione tra maiuscole e minuscole). Dopodiché, tutto tra le parentesi graffe è ciò che la funzione fa quando viene chiamata.

Variabili e costanti

Analogamente alla maggior parte degli altri linguaggi di programmazione, PHP ti consente di lavorare con variabili e costanti. Queste sono parti di codice che memorizzano diversi tipi di informazioni.

Definizione delle variabili

Per fare qualsiasi cosa con le variabili, devi prima definirle. In PHP, si denota una variabile usando il $ firmare e assegnare il suo valore utilizzando =. Un tipico esempio:

Alcuni punti importanti:

  • Le variabili devono iniziare con una lettera o un trattino basso (_) e può essere composto solo da caratteri alfanumerici
  • Le variabili PHP fanno distinzione tra maiuscole e minuscole, questo significa $ myVar e $ myvar non sono la stessa cosa
  • Se la tua variabile è composta da più di una parola, scrivila $ my_variable o $ myVariable

Tipi di dati

Le variabili possono assumere diversi tipi di dati:

  • Interi - I numeri interi sono numeri non decimali compresi tra -2.147.483.648 e, 147.483.647. Devono avere almeno una cifra e nessun punto decimale. Può essere in decimale, esadecimale o ottale.
  • Galleggianti - Questo è il nome per i numeri con un punto decimale o in forma esponenziale.
  • stringhe - Questo significa semplicemente testo, ne parleremo in dettaglio più avanti.
  • Valori booleani - Significato affermazioni vero / falso.
  • Array - Le matrici sono variabili che memorizzano diversi valori. Ne parleremo in dettaglio più avanti.
  • Oggetti - Gli oggetti memorizzano sia dati che informazioni su come elaborarli.
  • risorse - Questi sono riferimenti a funzioni e risorse al di fuori di PHP.
  • NULLO - Una variabile NULL non ha alcun valore.

Non è necessario dichiarare le variabili PHP in un certo modo. Assumono automaticamente il tipo di dati che contengono.

Ambito variabile

Le variabili possono essere disponibili in diversi ambiti, ovvero la parte di uno script a cui è possibile accedervi. Questo può essere globale, Locale e statico.

Qualsiasi variabile dichiarata al di fuori di una funzione è disponibile a livello globale. Ciò significa che è possibile accedervi anche al di fuori di una funzione.

Se si dichiara una variabile all'interno di una funzione, avrà un ambito locale. La conseguenza è che è possibile accedervi solo all'interno di quella funzione.

Un modo per aggirare questo è anteporre una variabile locale con globale. In questo modo, diventa parte dell'ambito globale.

funzione myFunction () {
$ a globale, $ b;
$ b = $ a - $ b;
}

In entrambi i casi, la variabile diventa parte di $ GLOBALS variabile di seguito indicata.

Infine, è anche possibile aggiungere statico davanti a una variabile locale. In questo modo, non verrà eliminato dopo l'esecuzione della sua funzione e potrà essere riutilizzato.

Variabili predefinite

PHP include anche una serie di variabili predefinite chiamate superglobals. Questo perché sono accessibili da qualsiasi luogo, indipendentemente dall'ambito.

  • $ GLOBALS - Utilizzato per accedere alle variabili globali da qualsiasi punto all'interno di uno script PHP
  • $ _SERVER - Contiene informazioni sulle posizioni di intestazioni, percorsi e script
  • $ _GET - Può raccogliere dati che sono stati inviati nell'URL o inviati in un modulo HTML
  • $ _POST - Utilizzato per raccogliere dati da un modulo HTML e passare variabili
  • $ _REQUEST - Raccoglie anche i dati dopo aver inviato un modulo HTML

Funzioni di gestione delle variabili

A parte questo, ci sono un sacco di funzioni per lavorare con le variabili:

  • boolval - Utilizzato per recuperare il valore booleano di una variabile
  • debug_zval_dump - Emette una rappresentazione in forma di stringa di un valore zend interno
  • vuoto - Verifica se una variabile è vuota o meno
  • floatval - Ottieni il valore float di una variabile (doubleval è un'altra possibilità)
  • get_defined_vars - Restituisce un array di tutte le variabili definite
  • get_resource_type - Restituisce il tipo di risorsa
  • GetType - Recupera il tipo di variabile
  • import_request_variables - Importa le variabili GET / POST / Cookie nell'ambito globale
  • intval - Trova il valore intero di una variabile
  • is_array - Verifica se una variabile è un array
  • is_bool - Scopri se una variabile è un valore booleano
  • is_callable - Verifica se puoi chiamare il contenuto di una variabile come funzione
  • is_countable - Controlla se il contenuto di una variabile è numerabile
  • is_float - Scopri se il tipo di una variabile è float, alternative: is_double e è reale
  • is_int - Controlla se il tipo di una variabile è un numero intero, is_integer e è lungo funziona anche
  • is_iterable - Verifica che il contenuto di una variabile sia un valore iterabile
  • è zero - Verifica se il valore di una variabile è NULL
  • is_numeric - Scopri se una variabile è un numero o una stringa numerica
  • is_object - Determina se una variabile è un oggetto
  • is_resource - Controlla se una variabile è una risorsa
  • is_scalar - Verifica se una variabile è uno scalare
  • is_string - Scopri se il tipo di una variabile è una stringa
  • è impostato - Determina se una variabile è stata impostata e non è NULL
  • print_r - Fornisce informazioni leggibili dall'uomo su una variabile
  • serialize - Genera una rappresentazione di un valore memorizzabile
  • settype - Imposta il tipo di una variabile
  • strval - Recupera il valore di stringa di una variabile
  • unserialize - Crea un valore PHP da una rappresentazione memorizzata
  • non settato - Annulla l'impostazione di una variabile
  • var_dump - Scarica informazioni su una variabile
  • var_export - Emette o restituisce una rappresentazione in forma di stringa di una variabile che può essere analizzata

costanti

Oltre alle variabili, puoi anche definire costanti che memorizzano anche valori. A differenza delle variabili, il loro valore non può essere modificato, è bloccato.

In PHP puoi definire una costante:

define (nome, valore, vero / falso)

Il primo è il nome, il secondo il valore della costante e il terzo parametro se il suo nome deve fare distinzione tra maiuscole e minuscole (il valore predefinito è falso).

Le costanti sono utili in quanto consentono di modificare il valore di un intero script in un posto anziché dover sostituire ogni istanza di esso. Sono anche di natura globale, il che significa che sono accessibili da qualsiasi luogo.

Oltre alle costanti definite dall'utente, esiste anche una serie di costanti PHP predefinite:

  • __LINEA__ - Indica il numero della riga corrente in un file
  • __FILE__ - È il percorso completo e il nome file del file
  • __DIR__ - La directory del file
  • __FUNZIONE__ - Nome della funzione
  • __CLASSE__ - Nome classe, include lo spazio dei nomi in cui è stato dichiarato
  • __TRATTO__ - Il nome del tratto include anche lo spazio dei nomi
  • __METODO__ - Il nome del metodo di classe
  • __NAMESPACE__ - Nome dello spazio dei nomi corrente

Array PHP - Valori raggruppati

Le matrici sono un modo per organizzare diversi valori in una singola variabile in modo che possano essere utilizzati insieme. Mentre le funzioni sono per blocchi di codice, le matrici sono per i valori: un segnaposto per blocchi di informazioni più grandi.

In PHP ci sono diversi tipi di array:

  • Matrici indicizzate - Matrici che hanno un indice numerico
  • Matrici associative - Matrici in cui sono denominate le chiavi
  • Matrici multidimensionali - Matrici che contengono una o più altre matrici

Dichiarazione di una matrice in PHP

Le matrici in PHP sono create con Vettore() funzione.

Le chiavi di matrice possono essere stringhe o numeri interi.

Funzioni di matrice

PHP offre una moltitudine di funzioni predefinite per lavorare con le matrici:

  • array_change_key_case - Cambia tutte le chiavi di un array in maiuscolo o minuscolo
  • array_chunk - Suddivide un array in blocchi
  • array_column - Recupera i valori da una singola colonna in un array
  • array_combine - Unisce le chiavi di un array e i valori di un altro in un nuovo array
  • array_count_values - Conta tutti i valori in un array
  • array_diff - Confronta le matrici, restituisce la differenza (solo valori)
  • array_diff_assoc - Confronta le matrici, restituisce la differenza (valori e chiavi)
  • array_diff_key - Confronta le matrici, restituisce la differenza (solo chiavi)
  • array_diff_uassoc - Confronta matrici (chiavi e valori) tramite una funzione di richiamata dell'utente
  • array_diff_ukey - Confronta le matrici (solo chiavi) tramite una funzione di richiamata dell'utente
  • array_fill - Riempie un array di valori
  • array_fill_keys - Riempie un array di valori, specificando le chiavi
  • array_filter - Filtra gli elementi di un array tramite una funzione di callback
  • array_flip - Scambia tutte le chiavi di un array con i loro valori associati
  • array_intersect - Confronta le matrici e restituisce le loro corrispondenze (solo valori)
  • array_intersect_assoc - Confronta le matrici e restituisce le loro corrispondenze (chiavi e valori)
  • array_intersect_key - Confronta le matrici e restituisce le loro corrispondenze (solo chiavi)
  • array_intersect_uassoc - Confronto di array tramite una funzione di richiamata definita dall'utente (chiavi e valori)
  • array_intersect_ukey - Confronto di array tramite una funzione di richiamata definita dall'utente (solo tasti)
  • array_key_exists - Verifica se esiste una chiave specificata in un array, in alternativa: key_exists
  • array_keys - Restituisce tutte le chiavi o un sottoinsieme di chiavi in ​​un array
  • array_map - Applica una richiamata agli elementi di un determinato array
  • array_merge - Unire uno o più array
  • array_merge_recursive - Unire uno o più array ricorsivamente
  • array_multisort - Tipi di matrici multiple o multidimensionali
  • array_pad - Inserisce un numero specificato di elementi (con un valore specificato) in un array
  • array_pop - Elimina un elemento dalla fine di un array
  • array_product - Calcola il prodotto di tutti i valori in un array
  • array_push - Spingere uno o più elementi alla fine dell'array
  • array_rand - Scegli una o più voci casuali da un array
  • array_reduce - Ridurre l'array in una singola stringa utilizzando una funzione definita dall'utente
  • array_replace - Sostituisce gli elementi nel primo array con i valori dei seguenti array
  • array_replace_recursive - Sostituisce ricorsivamente elementi di array successivi nel primo array
  • array_reverse - Restituisce un array in ordine inverso
  • array_search - Cerca nell'array un determinato valore e restituisce la prima chiave in caso di successo
  • array_shift - Sposta un elemento dall'inizio di un array
  • array_slice - Estrae una porzione di un array
  • array_splice - Rimuove una parte dell'array e la sostituisce
  • array_sum - Calcola la somma dei valori in un array
  • array_udiff - Confronta le matrici e restituisce la differenza utilizzando una funzione utente (solo valori)
  • array_udiff_assoc - Confronta gli array e restituisci la differenza utilizzando l'impostazione predefinita e una funzione utente (tasti e valori)
  • array_udiff_uassoc - Confronta le matrici e restituisci la differenza utilizzando due funzioni utente (valori e tasti)
  • array_uintersect - Confronta le matrici e restituisci le partite tramite la funzione utente (solo valori)
  • array_uintersect_assoc - Confronta le matrici e restituisci le partite tramite una funzione utente predefinita (tasti e valori)
  • array_uintersect_uassoc - Confronta le matrici e restituisci le partite tramite due funzioni utente (tasti e valori)
  • array_unique - Rimuove i valori duplicati da un array
  • array_unshift - Aggiunge uno o più elementi all'inizio di un array
  • array_values - Restituisce tutti i valori di un array
  • array_walk - Applica una funzione utente a ogni elemento in un array
  • array_walk_recursive - Applica in modo ricorsivo una funzione utente a ogni elemento di un array
  • arsort - Ordina un array associativo in ordine decrescente in base al valore
  • asort - Ordina un array associativo in ordine crescente in base al valore
  • compatto - Crea un array contenente variabili e i loro valori
  • contare - Conta tutti gli elementi in un array, in alternativa usa taglia di
  • attuale - Restituisce l'elemento corrente in un array, un'alternativa è pos
  • ogni - Restituisce la chiave corrente e la coppia di valori da un array
  • fine - Imposta il puntatore interno sull'ultimo elemento di un array
  • estratto - Importa le variabili da un array nella tabella dei simboli corrente
  • in_array - Verifica se esiste un valore in un array
  • chiave - Recupera una chiave da un array
  • krsort - Ordina un array associativo per chiave in ordine inverso
  • ksort - Ordina un array associativo per chiave
  • elenco - Assegna le variabili come se fossero un array
  • natcasesort - Ordina un array utilizzando un algoritmo di "ordine naturale" indipendente dal caso
  • natsort - Ordina un array usando un algoritmo di "ordine naturale"
  • Il prossimo - Avanzare il puntatore interno di un array
  • prev - Spostare il puntatore di array interno all'indietro
  • gamma - Crea una matrice da una gamma di elementi
  • Ripristina - Imposta il puntatore di array interno sul suo primo elemento
  • rsort - Ordinare un array in ordine inverso
  • rimescolare - Mescola un array
  • ordinare - Ordina un array indicizzato in ordine crescente
  • uasort - Ordina un array con una funzione di confronto definita dall'utente
  • uksort - Disporre un array tramite i tasti utilizzando una funzione di confronto definita dall'utente
  • usort - Classificare una matrice in base ai valori utilizzando una funzione di confronto definita dall'utente

Stringhe PHP

In programmazione, discorso stringhe non sono altro che testo. Come abbiamo stabilito in precedenza, sono anche un valore valido per le variabili.

Definizione delle stringhe

In PHP ci sono diversi modi per definire le stringhe:

  • Virgolette singole - Questo è il modo più semplice. Basta avvolgere il testo ' marker e PHP lo gestiranno come una stringa.
  • Virgolette - In alternativa puoi usare ". Quando lo fai, è possibile utilizzare i seguenti caratteri di escape per visualizzare caratteri speciali.
  • heredoc - Inizia una stringa con <<< e un identificatore, quindi inserire la stringa in una nuova riga. Chiudilo in un'altra riga ripetendo l'identificatore. heredoc si comporta come stringhe tra virgolette doppie.
  • nowdoc - È cosa heredoc è per stringhe tra virgolette doppie ma per virgolette singole. Funziona allo stesso modo ed elimina la necessità di caratteri di escape.

Nota: le stringhe possono contenere variabili, matrici e oggetti.

Personaggi di fuga

  • \ n - Avanzamento riga
  • \ r - Ritorno a capo
  • \ t - Scheda orizzontale
  • \ v - Scheda verticale
  • \ e - Fuga
  • \ f - Feed modulo
  • \\ - Backslash
  • \ $ - Simbolo del dollaro
  • /' - Singola citazione
  • \" - Doppia citazione
  • \ [0-7] {1,3} - Carattere in notazione ottale
  • \ X [0-9A-Fa-f] {1,2} - Carattere in notazione esadecimale
  • \ U {[0-9A-Fa-f] +} - Stringa come rappresentazione UTF-8

Funzioni stringa

  • addcslashes () - Restituisce una stringa con barre rovesciate davanti ai caratteri specificati
  • addslashes () - Restituisce una stringa con barre rovesciate davanti ai caratteri che devono essere salvati
  • BIN2HEX () - Converte una stringa di caratteri ASCII in valori esadecimali
  • chop () - Rimuove lo spazio o altri caratteri dall'estremità destra di una stringa
  • chr () - Restituisce un carattere da un valore ASCII specificato
  • chunk_split () - Divide una stringa in una serie di blocchi più piccoli
  • convert_cyr_string () - Converte una stringa da un set di caratteri cirillico a un altro
  • convert_uudecode () - Decodifica una stringa codificata
  • convert_uuencode () - Codifica una stringa utilizzando uuencode
  • count_chars () - Restituisce informazioni sui caratteri in una stringa
  • CRC32 () - Calcola un CRC a 32 bit per una stringa
  • cripta() - Restituisce una stringa con hash
  • eco() - Emette una o più stringhe
  • esplodere() - Suddivide una stringa in un array
  • fprintf () - Scrive una stringa formattata in un flusso di output specificato
  • get_html_translation_table () - Restituisce la tabella di traduzione utilizzata da htmlspecialchars () e htmlentities ()
  • hebrev () - Trasforma il testo ebraico in testo visivo
  • hebrevc () - Converte il testo ebraico in testo visivo e implementa le interruzioni di riga HTML
  • HEX2BIN () - Traduci i valori esadecimali in caratteri ASCII
  • html_entity_decode () - Trasforma le entità HTML in caratteri
  • htmlentities () - Converte i caratteri in entità HTML
  • htmlspecialchars_decode () - Trasforma entità HTML speciali in caratteri
  • htmlspecialchars () - Cambia i caratteri predefiniti in entità HTML
  • implodere() - Recupera una stringa dagli elementi di un array, lo stesso di aderire()
  • lcfirst () - Cambia il primo carattere di una stringa in minuscolo
  • levenshtein () - Calcola la distanza di Levenshtein tra due stringhe
  • localeconv () - Restituisce informazioni sulla formattazione numerica e monetaria per la locale
  • ltrim () - Rimuove spazi o altri caratteri dal lato sinistro di una stringa
  • md5 () - Calcola l'hash MD5 di una stringa e la restituisce
  • md5_file () - Calcola l'hash MD5 di un file
  • metaphone () - Fornisce la chiave del metafono di una stringa
  • money_format () - Restituisce una stringa come stringa di valuta
  • nl_langinfo () - Fornisce informazioni locali specifiche
  • nl2br () - Inserisce interruzioni di riga HTML per ogni nuova riga in una stringa
  • number_format () - Formatta un numero tra cui migliaia raggruppate
  • ord () - Restituisce il valore ASCII del primo carattere di una stringa
  • parse_str () - Analizza una stringa in variabili
  • Stampa() - Emette una o più stringhe
  • printf () - Emette una stringa formattata
  • quoted_printable_decode () - Converte una stringa stampabile tra virgolette in binario a 8 bit
  • quoted_printable_encode () - Passa da una stringa di 8 bit a una stringa stampabile tra virgolette
  • quotemeta () - Restituisce una stringa con una barra rovesciata prima dei metacaratteri
  • rtrim () - Elimina gli spazi bianchi o altri caratteri dal lato destro di una stringa
  • setlocale () - Imposta le informazioni sulla locale
  • sha1 () - Calcola l'hash SHA-1 di una stringa
  • sha1_file () - Fa lo stesso per un file
  • similar_text () - Determina la somiglianza tra due stringhe
  • soundex () - Calcola la chiave soundex di una stringa
  • sprintf () - Restituisce una stringa formattata
  • sscanf () - Analizza l'input da una stringa secondo un formato specificato
  • str_getcsv () - Analizza una stringa CSV in un array
  • str_ireplace () - Sostituisce i caratteri specificati in una stringa con sostituzioni specificate (senza distinzione tra maiuscole e minuscole)
  • str_pad () - Riempie una stringa per una lunghezza specificata
  • str_repeat () - Ripete una stringa un numero preimpostato di volte
  • str_replace () - Sostituisce i caratteri specificati in una stringa (con distinzione tra maiuscole e minuscole)
  • str_rot13 () - Esegue la codifica ROT13 su una stringa
  • str_shuffle () - Mescola casualmente i caratteri in una stringa
  • str_split () - Divide le stringhe in array
  • str_word_count () - Restituisce il numero di parole in una stringa
  • strcasecmp () - Confronto senza distinzione tra maiuscole e minuscole di due stringhe
  • strcmp () - Confronto binario di stringhe sicure (case sensitive)
  • strcoll () - Confronta due stringhe in base alla locale
  • strcspn () - Restituisce il numero di caratteri trovati in una stringa prima del verificarsi di caratteri specificati
  • strip_tags () - Rimuove i tag HTML e PHP da una stringa
  • stripcslashes () - Opposto di addcslashes ()
  • stripslashes () - Opposto di addslashes ()
  • stripos () - Trova la posizione della prima occorrenza di una sottostringa all'interno di una stringa (senza distinzione tra maiuscole e minuscole)
  • stristr () - Versione senza distinzione tra maiuscole e minuscole di strstr ()
  • strlen () - Restituisce la lunghezza di una stringa
  • strnatcasecmp () - Confronto tra maiuscole e minuscole di due stringhe mediante un algoritmo di "ordine naturale"
  • strnatcmp () - Come sopra, ma sensibile al maiuscolo / minuscolo
  • strncasecmp () - Confronto delle stringhe di un numero definito di caratteri (senza distinzione tra maiuscole e minuscole)
  • strncmp () - Come sopra ma con distinzione tra maiuscole e minuscole
  • strpbrk () - Cerca una stringa per qualsiasi numero di caratteri
  • strpos () - Restituisce la posizione della prima occorrenza di una sottostringa in una stringa (case sensitive)
  • strrchr () - Trova l'ultima occorrenza di una stringa all'interno di un'altra stringa
  • strrev () - Inverte una stringa
  • strripos () - Trova la posizione dell'ultima occorrenza della sottostringa di una stringa (senza distinzione tra maiuscole e minuscole)
  • strrpos () - Uguale a strripos () ma sensibile al maiuscolo / minuscolo
  • strspn () - Il numero di caratteri in una stringa con solo caratteri da un elenco specificato
  • strstr () - Ricerca con distinzione tra maiuscole e minuscole per la prima occorrenza di una stringa all'interno di un'altra stringa
  • strtok () - Divide una stringa in blocchi più piccoli
  • strtolower () - Converte tutti i caratteri di una stringa in minuscolo
  • strtoupper () - Lo stesso ma per le lettere maiuscole
  • strtr () - Traduce alcuni caratteri in una stringa, alternativa: strchr ()
  • substr () - Restituisce una parte specificata di una stringa
  • substr_compare () - Confronta due stringhe da una posizione iniziale specificata fino a una certa lunghezza, facoltativamente con distinzione tra maiuscole e minuscole
  • substr_count () - Conta il numero di volte in cui si verifica una sottostringa all'interno di una stringa
  • substr_replace () - Sostituisce una sottostringa con qualcos'altro
  • trim () - Rimuove lo spazio o altri caratteri da entrambi i lati di una stringa
  • ucfirst () - Trasforma il primo carattere di una stringa in maiuscolo
  • ucwords () - Converte il primo carattere di ogni parola in una stringa in maiuscolo
  • vfprintf () - Scrive una stringa formattata in un flusso di output specificato
  • vprintf () - Emette una stringa formattata
  • vsprintf () - Scrive una stringa formattata in una variabile
  • wordwrap () - Riduce una stringa a un determinato numero di caratteri

Operatori PHP

Gli operatori consentono di eseguire operazioni con valori, matrici e variabili. Ce ne sono di diversi tipi.

Operatori aritmetici

I tuoi operatori matematici standard.

  • + - Aggiunta
  • - - Sottrazione
  • * - Moltiplicazione
  • / - Divisione
  • % - Modulo (il resto del valore diviso per un altro)
  • ** - Esponenziazione

Operatori di assegnazione

Oltre all'operatore di assegnazione standard (=), hai anche le seguenti opzioni:

  • += - a + = b è uguale a a = a + b
  • -= - a - = b è uguale a a = a - b
  • * = - a * = b è uguale a a = a * b
  • / = - a / = b è uguale a a = a / b
  • % = - a% = b è uguale a a = a% b

Operatori di confronto

  • == - Uguale
  • === - Identico
  • != - Non uguale
  • <> - Non uguale
  • !== - Non identico
  • < - Meno di
  • > - Più grande di
  • <= - Minore o uguale a
  • > = - Maggiore o uguale a
  • <=> - Minore di, uguale a o maggiore di

Operatori logici

  • e - E
  • o - O
  • xor - Esclusivo o
  • ! - No
  • && - E
  • || - O

Operatori bit a bit

  • & - E
  • | - Oppure (incluso o)
  • ^ - Xor (esclusivo o)
  • ~ - No
  • << - Sposta a sinistra
  • >> - Maiusc a destra

Operatore controllo errori

Puoi usare il @ segno per impedire alle espressioni di generare messaggi di errore. Ciò è spesso importante per motivi di sicurezza, ad esempio per proteggere le informazioni riservate.

Operatore di esecuzione

PHP supporta un operatore di esecuzione, che è `` (apici inversi). Queste non sono virgolette singole! PHP tenterà di eseguire il contenuto dei backtick come comando shell.

Operatori di incremento / decremento

  • ++$ v - Incrementa una variabile di una, quindi la restituisce
  • $ v++ - Restituisce una variabile, quindi la incrementa di una
  • --$ v - Diminuisce la variabile di una, restituendola successivamente
  • $ v-- - Restituisce la variabile, quindi la diminuisce di uno

Operatori di stringa

  • . - Utilizzato per concatenare (media combinazione) argomenti
  • .= - Utilizzato per aggiungere l'argomento a destra all'argomento di sinistra

Loop in PHP

I loop sono molto comuni nella programmazione. Consentono di eseguire lo stesso blocco di codice in circostanze diverse. PHP ne ha diversi.

Per Loop

Questo tipo passa attraverso un blocco di codice un numero specificato di volte:

per (valore del contatore iniziale; valore del contatore finale; incremento di cui aumentare) {
// il codice da eseguire va qui
}

Foreach Loop

Un ciclo che utilizza per ciascuno scorre ogni elemento in un array:

foreach ($ InsertYourArrayName come $ value) {
// il codice da eseguire va qui
}

While Loop

Passa attraverso un blocco di codice fintanto che una condizione specificata è vera.

while (condizione che deve essere applicata) {
// il codice da eseguire va qui
}

Fare ... Mentre Loop

Il ciclo PHP finale esegue una volta un frammento di codice, quindi ripete il ciclo fino a quando la condizione data è vera.

fare {
// il codice da eseguire va qui;
} while (condizione che deve essere applicata);

Dichiarazioni condizionali

Le istruzioni if ​​/ else sono simili ai loop. Sono istruzioni per l'esecuzione del codice solo in determinate circostanze. Hai diverse opzioni:

Dichiarazione If

Esegue il codice se una condizione è vera.

if (condizione) {
// codice da eseguire se la condizione è soddisfatta
}

Se altro

Esegue un pezzo di codice se una condizione è vera e un'altra se non lo è.

if (condizione) {
// codice da eseguire se la condizione è soddisfatta
} altro {
// codice da eseguire se la condizione non è soddisfatta
}

Se ... Elseif ... Else

Esegue frammenti di codice diversi per più di due condizioni.

if (condizione) {
// codice da eseguire se la condizione è soddisfatta
} elseif (condizione) {
// codice da eseguire se questa condizione è soddisfatta
} altro {
// codice da eseguire se nessuna delle condizioni è soddisfatta
}

Dichiarazione di commutazione

Seleziona uno dei numerosi blocchi di codice da eseguire.

switch (n) {
caso x:
codice da eseguire se n = x;
rompere;
caso y:
codice da eseguire se n = y;
rompere;
caso z:
codice da eseguire se n = z;
rompere;

// aggiungi più casi se necessario

predefinito:
codice da eseguire se n non è nessuno dei precedenti;
}

Lavorare con i moduli in PHP

PHP viene spesso utilizzato per la gestione di moduli Web. In particolare, il suddetto $ _GET e $ _POST aiutare a raccogliere i dati inviati tramite un modulo. Entrambi sono in grado di rilevare valori dai campi di input, tuttavia il loro utilizzo differisce.

Utilizzo di GET vs POST

GET raccoglie i dati tramite i parametri URL. Ciò significa che tutti i nomi delle variabili e i loro valori sono contenuti nell'indirizzo della pagina.

Il vantaggio è che sei in grado di aggiungere le informazioni ai segnalibri. Tieni presente che ciò significa anche che le informazioni sono visibili a tutti. Per questo motivo, GET non è adatto per informazioni riservate come password. Limita anche la quantità di dati che possono essere inviati in circa 2000 caratteri.

POST, d'altra parte, utilizza il metodo HTTP POST per trasmettere variabili. Ciò rende i dati invisibili a terzi, poiché vengono inviati nel corpo HTTP. Non è possibile aggiungerlo ai segnalibri.

Con POST, non ci sono limiti alla quantità di informazioni che è possibile inviare. A parte questo, ha anche funzionalità avanzate ed è quindi preferito dagli sviluppatori.

Modulo di sicurezza

Il problema più importante quando si tratta di moduli Web è la sicurezza. Se non impostati correttamente, sono vulnerabili agli attacchi cross-scripting. Gli hacker aggiungono script a moduli Web non garantiti per utilizzarli per i propri scopi.

PHP offre anche strumenti per contrastare quegli attacchi, vale a dire:

  • htmlspecialchars ()
  • trim ()
  • stripslashes ()

Noterai che abbiamo riscontrato tutte queste funzioni nella sezione precedente sulle stringhe. Quando li includi nello script che raccoglie i dati del modulo, puoi rimuovere efficacemente gli script dannosi dei caratteri di cui hanno bisogno per funzionare, rendendoli inutilizzabili.

Campi obbligatori, messaggi di errore e convalida dei dati

A parte ciò, PHP è in grado di definire i campi obbligatori (non è possibile inviare il modulo senza compilarli), visualizzare messaggi di errore se mancano alcune informazioni e convalidare i dati. Abbiamo già parlato degli strumenti necessari per farlo.

Ad esempio, puoi semplicemente definire le variabili per i campi del tuo modulo e utilizzare il vuoto() funzione per verificare se hanno valori. Successivamente, crea una semplice istruzione if / else per inviare i dati inviati o generare un messaggio di errore.

Il prossimo passo è verificare la validità dei dati inviati. Per questo, PHP offre una serie di filtri come FILTER_VALIDATE_EMAIL per assicurarti che un indirizzo email inviato abbia il formato giusto.

Filtri PHP

I filtri vengono utilizzati per convalidare e filtrare i dati provenienti da fonti non sicure. Come accennato, un esempio comune è l'input dell'utente. PHP offre una serie di funzioni di filtro e costanti per questo:

Funzioni di filtro

  • filter_has_var () - Verifica se esiste una variabile del tipo specificato
  • filter_id () - Restituisce l'ID appartenente a un filtro denominato
  • filter_input () - Recupera una variabile esterna specificata per nome e facoltativamente la filtra
  • filter_input_array () - Estrae le variabili esterne e facoltativamente le filtra
  • filter_list () - Restituisce un elenco di tutti i filtri supportati
  • filter_var_array () - Ottiene più variabili e facoltativamente le filtra
  • filter_var () - Filtra una variabile con un filtro specificato

Costanti di filtro

  • FILTER_VALIDATE_BOOLEAN - Convalida un valore booleano
  • FILTER_VALIDATE_EMAIL - Certifica un indirizzo e-mail
  • FILTER_VALIDATE_FLOAT - Conferma un galleggiante
  • FILTER_VALIDATE_INT - Verifica un numero intero
  • FILTER_VALIDATE_IP - Convalida un indirizzo IP
  • FILTER_VALIDATE_REGEXP - Conferma un'espressione regolare
  • FILTER_VALIDATE_URL - Convalida un URL
  • FILTER_SANITIZE_EMAIL - Rimuove tutti i caratteri illegali da un indirizzo e-mail
  • FILTER_SANITIZE_ENCODED - Rimuove / codifica i caratteri speciali
  • FILTER_SANITIZE_MAGIC_QUOTES - Si applica addslashes ()
  • FILTER_SANITIZE_NUMBER_FLOAT - Rimuove tutti i caratteri, tranne le cifre, + - e., EE
  • FILTER_SANITIZE_NUMBER_INT - Elimina tutti i caratteri tranne le cifre e + -
  • FILTER_SANITIZE_SPECIAL_CHARS - Rimuove i caratteri speciali
  • FILTER_SANITIZE_FULL_SPECIAL_CHARS - Converte caratteri speciali in entità HTML
  • FILTER_SANITIZE_STRING - Rimuove tag / caratteri speciali da una stringa, alternativa: FILTER_SANITIZE_STRIPPED
  • FILTER_SANITIZE_URL - Elimina tutti i caratteri illegali da un URL
  • FILTER_UNSAFE_RAW —Non fare nulla, eventualmente rimuovere / codificare caratteri speciali
  • FILTER_CALLBACK - Chiama una funzione definita dall'utente per filtrare i dati

Funzioni HTTP in PHP

PHP ha anche la funzionalità per manipolare i dati inviati al browser dal server web.

Funzioni HTTP

  • intestazione() - Invia un'intestazione HTTP non elaborata al browser
  • headers_list () - Un elenco di intestazioni di risposta pronte per l'invio (o già inviate)
  • headers_sent () - Verifica se e dove sono state inviate le intestazioni HTTP
  • setcookie () - Definisce un cookie da inviare insieme al resto delle intestazioni HTTP
  • setrawcookie () - Definisce un cookie (senza codifica URL) da inviare

Lavorare con MySQL

Molte piattaforme basate su PHP funzionano con un database MySQL in background. Per questo motivo, è importante conoscere le funzioni che ti consentono di lavorare con loro.

Funzioni MySQL

  • mysqli_affected_rows () - Il numero di righe interessate nella precedente operazione MySQL
  • mysqli_autocommit () - Attiva o disattiva le modifiche al database con commit automatico
  • mysqli_change_user () - Modifica l'utente della connessione al database specificata
  • mysqli_character_set_name () - Il set di caratteri predefinito per la connessione al database
  • mysqli_close () - Chiude una connessione al database aperta
  • mysqli_commit () - Commette la transazione corrente
  • mysqli_connect_errno () - Il codice di errore dall'ultimo errore di connessione
  • mysqli_connect_error () - La descrizione dell'errore dall'ultimo errore di connessione
  • mysqli_connect () - Apre una nuova connessione al server MySQL
  • mysqli_data_seek () - Sposta il puntatore del risultato su una riga arbitraria nel set di risultati
  • mysqli_debug () - Esegue operazioni di debug
  • mysqli_dump_debug_info () - Scarica le informazioni di debug in un registro
  • mysqli_errno () - L'ultimo codice di errore per l'ultima chiamata di funzione
  • mysqli_error_list () - Un elenco di errori per l'ultima chiamata di funzione
  • mysqli_error () - L'ultima descrizione dell'errore per l'ultima chiamata di funzione
  • mysqli_fetch_all () - Recupera tutte le righe dei risultati come un array
  • mysqli_fetch_array () - Recupera una riga del risultato come associativa, un array numerico o entrambi
  • mysqli_fetch_assoc () - Recupera una riga del risultato come una matrice associativa
  • mysqli_fetch_field_direct () - Metadati per un singolo campo come oggetto
  • mysqli_fetch_field () - Il campo successivo nel set di risultati come oggetto
  • mysqli_fetch_fields () - Una matrice di oggetti che rappresentano i campi in un set di risultati
  • mysqli_fetch_lengths () - Le lunghezze delle colonne della riga corrente nel set di risultati
  • mysqli_fetch_object () - La riga corrente di un set di risultati come oggetto
  • mysqli_fetch_row () - Recupera una riga da un set di risultati e lo restituisce come un array enumerato
  • mysqli_field_count () - Il numero di colonne per la query più recente
  • mysqli_field_seek () - Imposta il cursore del campo sull'offset del campo indicato
  • mysqli_field_tell () - La posizione del cursore del campo
  • mysqli_free_result () - Libera la memoria associata a un risultato
  • mysqli_get_charset () - Un oggetto set di caratteri
  • mysqli_get_client_info () - La versione della libreria client MySQL
  • mysqli_get_client_stats () - Restituisce le statistiche client per processo
  • mysqli_get_client_version () - La versione della libreria client MySQL come numero intero
  • mysqli_get_connection_stats () - Statistiche sulla connessione client
  • mysqli_get_host_info () - Il nome host del server MySQL e il tipo di connessione
  • mysqli_get_proto_info () - La versione del protocollo MySQL
  • mysqli_get_server_info () - Restituisce la versione del server MySQL
  • mysqli_get_server_version () - La versione del server MySQL come numero intero
  • mysqli_info () - Restituisce informazioni sulla query eseguita più di recente
  • mysqli_init () - Inizializza MySQLi e restituisce una risorsa da utilizzare con mysqli_real_connect ()
  • mysqli_insert_id () - Restituisce l'ID generato automaticamente utilizzato nell'ultima query
  • mysqli_kill () - Chiede al server di uccidere un thread MySQL
  • mysqli_more_results () - Verifica se ci sono più risultati da una query multipla
  • mysqli_multi_query () - Esegue una o più query sul database
  • mysqli_next_result () - Prepara il prossimo set di risultati da mysqli_multi_query ()
  • mysqli_num_fields () - Il numero di campi in un set di risultati
  • mysqli_num_rows () - Il numero di righe in un set di risultati
  • mysqli_options () - Imposta ulteriori opzioni di connessione e influisce sul comportamento di una connessione
  • mysqli_ping () - Esegue il ping di una connessione al server o tenta di riconnettersi se è stata interrotta
  • mysqli_prepare () - Prepara un'istruzione SQL per l'esecuzione
  • mysqli_query () - Esegue una query sul database
  • mysqli_real_connect () - Apre una nuova connessione al server MySQL
  • mysqli_real_escape_string () - Esegue l'escaping di caratteri speciali in una stringa da utilizzare in un'istruzione SQL
  • mysqli_real_query () - Esegue una query SQL
  • mysqli_reap_async_query () - Restituisce il risultato dalla query asincrona
  • mysqli_refresh () - Aggiorna tabelle o cache o reimposta le informazioni del server di replica
  • mysqli_rollback () - Ripristina la transazione corrente per il database
  • mysqli_select_db () - Modifica il database predefinito per la connessione
  • mysqli_set_charset () - Imposta il set di caratteri client predefinito
  • mysqli_set_local_infile_default () - Disattiva un gestore definito dall'utente per il comando LOAD LOCAL INFILE
  • mysqli_set_local_infile_handler () - Imposta una funzione di callback per il comando LOAD DATA LOCAL INFILE
  • mysqli_sqlstate () - Restituisce il codice di errore SQLSTATE per l'ultima operazione MySQL
  • mysqli_ssl_set () - Stabilisce connessioni sicure utilizzando SSL
  • mysqli_stat () - Lo stato corrente del sistema
  • mysqli_stmt_init () - Inizializza un'istruzione e restituisce un oggetto da utilizzare con mysqli_stmt_prepare ()
  • mysqli_store_result () - Trasferisce un set di risultati dall'ultima query
  • mysqli_thread_id () - L'ID thread per la connessione corrente
  • mysqli_thread_safe () - Restituisce se la libreria client è compilata come thread-safe
  • mysqli_use_result () - Avvia il recupero di un set di risultati dall'ultima query eseguita utilizzando il mysqli_real_query ()
  • mysqli_warning_count () - Il numero di avvisi dall'ultima query nella connessione

Data e ora

Naturalmente, le funzioni PHP per data e ora non dovrebbero mancare in nessun cheat sheet di PHP.

Funzioni data / ora

  • checkdate () - Verifica la validità di una data gregoriana
  • DATE_ADD () - Aggiunge un numero di giorni, mesi, anni, ore, minuti e secondi a un oggetto data
  • date_create_from_format () - Restituisce un oggetto DateTime formattato
  • date_create () - Crea un nuovo oggetto DateTime
  • date_date_set () - Imposta una nuova data
  • date_default_timezone_get () - Restituisce il fuso orario predefinito utilizzato da tutte le funzioni
  • date_default_timezone_set () - Imposta il fuso orario predefinito
  • date_diff () - Calcola la differenza tra due date
  • formato data() - Restituisce una data formattata secondo un formato specifico
  • date_get_last_errors () - Restituisce avvisi o errori trovati in una stringa di date
  • date_interval_create_from_date_string () - Imposta un DateInterval dalle parti relative di una stringa
  • date_interval_format () - Formatta un intervallo
  • date_isodate_set () - Imposta una data secondo gli standard ISO 8601
  • date_modify () - Modifica il timestamp
  • date_offset_get () - Restituisce l'offset del fuso orario
  • date_parse_from_format () - Restituisce un array con informazioni dettagliate su una data specificata, secondo un formato specificato
  • date_parse () - Restituisce un array con informazioni dettagliate su una data specificata
  • DATE_SUB () - Sottrae giorni, mesi, anni, ore, minuti e secondi da una data
  • date_sun_info () - Restituisce un array contenente informazioni su tramonto / alba e inizio / fine del crepuscolo per un giorno e una posizione specifici
  • date_sunrise () - L'ora dell'alba per un giorno e un luogo specifici
  • date_sunset () - L'ora del tramonto per un giorno e una posizione specifici
  • date_time_set () - Imposta l'ora
  • date_timestamp_get () - Restituisce il timestamp Unix
  • date_timestamp_set () - Imposta la data e l'ora in base a un timestamp Unix
  • date_timezone_get () - Restituisce il fuso orario di un determinato oggetto DateTime
  • date_timezone_set () - Imposta il fuso orario per un oggetto DateTime
  • Data() - Formatta una data e ora locali
  • GETDATE () - Informazioni sulla data / ora di un timestamp o della data / ora locale corrente
  • gettimeofday () - L'ora corrente
  • gmdate () - Formatta una data e ora GMT / UTC
  • gmmktime () - Il timestamp Unix per una data GMT
  • gmstrftime () - Formatta una data e ora GMT / UTC in base alle impostazioni internazionali
  • IDATE () - Formatta un orario / data locale come numero intero
  • ora locale() - L'ora locale
  • microtime () - L'attuale timestamp Unix con microsecondi
  • mktime () - Il timestamp Unix per una data
  • strftime () - Formatta l'ora e / o la data locali in base alle impostazioni locali
  • strptime () - Analizza un orario / data generata con strftime ()
  • strtotime () - Trasforma un DateTime testuale inglese in un timestamp Unix
  • tempo() - L'ora corrente come timestamp Unix
  • timezone_abbreviations_list () - Restituisce un array contenente dst, offset e il nome del fuso orario
  • timezone_identifiers_list () - Un array indicizzato con tutti gli identificatori del fuso orario
  • timezone_location_get () - Informazioni sulla posizione per un fuso orario specificato
  • timezone_name_from_abbr () - Restituisce il nome del fuso orario da un'abbreviazione
  • timezone_name_get () - Il nome del fuso orario
  • timezone_offset_get () - La differenza di fuso orario da GMT
  • timezone_open () - Crea un nuovo oggetto DateTimeZone
  • timezone_transitions_get () - Restituisce tutte le transizioni per il fuso orario
  • timezone_version_get () - Restituisce la versione di timezonedb

Formattazione di data e ora

  • d - da 01 a 31
  • j - da 1 a 31
  • D - Dal lunedì al sole
  • l - da domenica a sabato
  • N - 1 (per lunedì) a 7 (per sabato)
  • w - 0 (per il sole) attraverso 6 (per il sabato)
  • m - Mesi, da 01 a 12
  • n - Mesi, da 1 a 12
  • F - da gennaio a dicembre
  • M - da gennaio a dicembre
  • Y - Anno a quattro cifre (ad es. 2018)
  • y - Anno a due cifre (ad es. 18)
  • L - Definisce se si tratta di un anno bisestile (1 o 0)
  • un' - am e pm
  • UN - AM e PM
  • g - Ore da 1 a 12
  • h - Ore da 01 a 12
  • sol - Ore da 0 a 23
  • H - Ore da 00 a 23
  • io - Minuti da 00 a 59
  • S - Secondi da 00 a 59

Errori PHP

Infine, per le volte in cui le cose non vanno bene e devi scoprire dove si trova il problema, PHP offre anche funzionalità per errori.

Funzioni di errore

  • debug_backtrace () - Utilizzato per generare un backtrace
  • debug_print_backtrace () - Stampa una traccia indietro
  • error_get_last () - Ottiene l'ultimo errore che si è verificato
  • error_log () - Invia un messaggio di errore al registro del server Web, a un file o a un account di posta
  • error_reporting () - Specifica quali errori PHP vengono segnalati
  • restore_error_handler () - Ripristina la precedente funzione di gestione degli errori
  • restore_exception_handler () - Torna al precedente gestore delle eccezioni
  • set_error_handler () - Imposta una funzione definita dall'utente per gestire gli errori di script
  • set_exception_handler () - Imposta una funzione del gestore eccezioni definita dall'utente
  • trigger_error () - Genera un messaggio di errore a livello di utente, è inoltre possibile utilizzare user_error ()

Costanti di errore

  • E_ERROR - Errori di runtime fatali che causano l'interruzione dello script e non possono essere recuperati
  • E_WARNING - Errori di runtime non fatali, l'esecuzione dello script continua
  • E_PARSE - Gli errori di analisi in fase di compilazione devono essere generati solo dal parser
  • E_NOTICE - Avvisi di runtime che indicano un possibile errore
  • E_CORE_ERROR - Errori fatali durante l'inizializzazione di PHP, come un E_ERROR nel core di PHP
  • E_CORE_WARNING - Errori non fatali all'avvio di PHP, simili a E_WARNING ma nel core di PHP
  • E_COMPILE_ERROR - Errori fatali durante la compilazione generati da Zend Scripting Engine
  • E_COMPILE_WARNING - Errori non fatali in fase di compilazione da parte del motore di script Zend
  • E_USER_ERROR - Errore irreversibile generato dall'utente, impostato dal programmatore mediante trigger_error ()
  • E_USER_WARNING - Avviso non fatale generato dall'utente
  • E_USER_NOTICE - Avviso generato dall'utente da trigger_error ()
  • E_STRICT - Suggerimenti di PHP per migliorare il tuo codice (deve essere abilitato)
  • E_RECOVERABLE_ERROR - Errore irreversibile rilevabile rilevato da un handle definito dall'utente
  •  E_DEPRECATED - Abilita questo per ricevere avvisi su un codice che non è a prova di futuro
  • E_USER_DEPRECATED - Avviso generato dall'utente per il codice obsoleto
  • E_ALL - Tutti gli errori e gli avvisi tranne E_STRICT

Conclusione

Conoscere PHP è una buona idea per chiunque sia interessato al web design e allo sviluppo web. Soprattutto se vuoi approfondire gli aspetti tecnici della creazione del tuo sito web.

Il cheat sheet di PHP sopra ti offre una panoramica di alcune parti centrali di PHP. Aggiungi un segnalibro come riferimento o usalo come trampolino di lancio per saperne di più sul linguaggio di programmazione. Speriamo sinceramente di averlo trovato una risorsa utile.

Se hai qualche aggiunta al cheat sheet di PHP, non esitare a farcelo sapere nella sezione commenti qui sotto!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Adblock
    detector