Come velocizzare WordPress

Come velocizzare WordPress del 300% o più gratuitamente


Ci sono molti suggerimenti là fuori sul benchmarking della velocità del sito Web e su come eseguire un test della velocità del sito Google per capire come eseguire l’ottimizzazione di WordPress e accelerare WordPress. Ma è più facile a dirsi che a farsi.

Alcune strategie di ottimizzazione di WordPress funzionano bene su alcuni siti Web ma non su altri.

Inoltre, completare un test di velocità del sito di Google è semplice, ma fare uno con risultati accurati è un’altra cosa.

È essenziale accelerare WordPress perché Google consiglia che il tuo sito web carica almeno il 90% dei suoi contenuti visivi in ​​un misero 100 ms. Altrimenti, la tua pagina non si posizionerà bene e il tuo traffico diminuirà.

Quindi, ecco una guida pratica passo-passo per accelerare WordPress eseguendo un accurato test di velocità del sito Google, quindi eseguendo un’ottimizzazione di WordPress che accelererà il tuo sito triplo se non di più.

Se desideri passare a sezioni pertinenti per te, sentiti libero di farlo:

  1. Analisi comparativa della velocità del sito Web con un test della velocità del sito Google
  2. Strategie di base per accelerare WordPress
  3. Ottimizzazione di WordPress per velocizzare WordPress
  4. Come velocizzare WordPress di tre o più volte
  5. L’ottimizzazione di WordPress ha accelerato WordPress del 300%?

Contents

Passaggio 1: benchmarking della velocità del sito Web con un test della velocità del sito Google


Prima di poter velocizzare WordPress attraverso le strategie di ottimizzazione di WordPress, devi confrontare il tuo sito web. Questo significa capire quanto velocemente viene caricato il tuo sito. In questo modo, puoi confrontare il tuo sito prima e dopo aver applicato le strategie di ottimizzazione di WordPress.

Puoi farlo con un test di velocità del sito di Google e altri strumenti per creare un test di velocità del sito.

Test di benchmarking del sito Web con un sito di esempio

Ai fini della dimostrazione del processo di benchmarking della velocità del sito Web per il tuo sito Web WordPress, di seguito sono riportati i dettagli delle specifiche di un sito di esempio. Puoi seguire il tuo sito o creare un sito con le stesse credenziali per testare questo processo.

Tieni presente che se scegli di ricreare questo sito Web di test e sei in grado di accelerare WordPress con le strategie successive per l’ottimizzazione di WordPress, ciò non significa necessariamente che ci sia qualcosa di intrinsecamente sbagliato in uno qualsiasi dei plugin, temi e immagini che sono stati usati.

La ragione di ciò è semplicemente che più aggiungi a un sito, più risorse utilizzi sul tuo server. Non è una brutta cosa, ma può anche essere migliorata con l’ottimizzazione di WordPress per accelerare WordPress.

Alla fine della giornata, se hai l’opportunità di velocizzare WordPress come con i passaggi seguenti, perché non andare avanti con esso?

Le specifiche del sito Web di esempio

Il sito di esempio ha:

Nel sito di test sono attivati ​​tutti i plug-in elencati, ma non completamente configurati.

È stato inoltre creato un post sul blog per questo sito Web di esempio per il test di velocità del sito di Google e per il test di velocità del sito con gli altri strumenti.

L’articolo contiene quanto segue:

  • Questa foto di Ilya Pavlov su Unsplash in un post di blog, di grandi dimensioni
  • Una foto di WebFactory Ltd su Unsplash come immagine in primo piano
  • Un estratto di 3000 parole del testo di Lorem Ipsum
  • Il suddetto plugin Duplicate Page è stato usato per copiare il post del blog 50 volte

Inoltre, è stata creata una pagina ed è stata duplicata 25 volte con quanto segue:

Pulizie di base

Una volta che il tuo sito è pronto per essere confrontato, assicurati di eseguire il backup dell’intero sito. Questo assicurerà che se qualcosa va storto durante il processo di ottimizzazione di WordPress, non perderai il tuo sito.

Successivamente, la concatenazione e il differimento di JavaScript vengono trattati come strategie di ottimizzazione di WordPress per accelerare WordPress. A volte, questi possono causare la rottura del tuo sito.

Quando hai un backup, puoi ripristinare il tuo sito e provare a velocizzare di nuovo WordPress.

Assicurati anche di testare prima il tuo backup per assicurarti di avere un backup funzionante che sia privo di errori.

Se non si desidera utilizzare il plug-in Duplicator utilizzato nel sito di prova di esempio, assicurarsi di utilizzare un plug-in di backup alternativo.

Per i dettagli, consulta Come eseguire il backup e il ripristino di WordPress.

Come creare un test di velocità del sito Google

Puoi eseguire un test di velocità del sito di Google utilizzando il servizio gratuito Google Pagespeed Insights strumento per l’analisi comparativa della velocità del sito Web.

Innanzitutto, copia l’URL del tuo sito Web dalla barra degli indirizzi dopo aver visitato il tuo sito. Fai clic sull’URL per evidenziarlo. Quindi, fai clic destro su di esso e seleziona Copia dall’elenco a discesa che appare.

Esempio di sito di test per l'analisi comparativa della velocità del sito Web
Copia l’indirizzo del tuo sito in modo da poter eseguire un test di velocità del sito di Google.

Vai allo strumento Google Pagespeed Insights e nel campo URL, incolla l’indirizzo del tuo sito. Quindi, fai clic sul pulsante Analizza per avviare il benchmarking della velocità del sito Web.

Test di velocità del sito di Google per l'analisi comparativa della velocità del sito Web
Inserisci l’URL del tuo sito per eseguire un test di velocità del sito Google.

Attendere qualche istante per l’elaborazione dei dati e visualizzare i risultati.

Il punteggio iniziale che vedi è per la versione mobile del tuo sito. È su cento. Più è alto, migliore è la velocità del tuo sito.

Quando fai clic sulla scheda Desktop, vedrai il tuo punteggio per la versione desktop del tuo sito.

Ci sono anche dettagli informativi sotto lo spartito oltre al tempo impiegato per caricare il contenuto.

Esempio di test della velocità del sito di Google per l'analisi comparativa della velocità del sito
Il punteggio del test di velocità del sito Google mobile a sinistra e il punteggio del desktop a destra.

Il sito di test ha ottenuto un 74/100 per dispositivi mobili e un 95/100 per desktop. Questi non sono i punteggi peggiori, ma possono sicuramente essere migliorati.

Perché è necessario eseguire il benchmark con strumenti di test della velocità su più siti

Invece di eseguire solo un test di velocità del sito Google con Pagespeed Insights, puoi diversificare il test di velocità del sito. In questo modo si ottengono risultati più precisi perché ti dà uno sguardo più ampio su come sta effettivamente la velocità del tuo sito.

Il motivo principale di ciò è se vedi uno di questi messaggi dopo aver ottenuto i risultati del test di velocità del tuo sito Google:

  • Campo dati – Il rapporto sull’esperienza utente di Chrome non contiene dati sulla velocità reali per questa pagina “.
  • Riepilogo dell’origine – Il rapporto sull’esperienza utente di Chrome non dispone di dati sulla velocità reali sufficienti per questa origine. “

Il messaggio “dati sul campo” si riferisce al fatto che un test di velocità del sito di Google calcola il tuo sito solo in base al modo in cui i dispositivi modesti accedono al tuo sito. Ciò significa che alcuni utenti potrebbero riscontrare una velocità del tuo sito peggiore o migliore di quella indicata dal tuo punteggio.

Il messaggio di “riepilogo dell’origine” si riferisce al fatto che il test di velocità del sito di Google tenterà di verificare la velocità del sito del tuo sito Web rispetto agli utenti e ai dati del mondo reale. Ma a volte risulta vuoto e non è possibile compilare un rapporto con questi dettagli.

Che tu veda o meno questi messaggi, è una buona idea testare la velocità del tuo sito con più strumenti di test della velocità del sito. Tuttavia, è particolarmente importante se vedi uno di questi messaggi nei risultati del test di velocità del tuo sito Google.

Esegui un test di velocità del sito più volte

Uno dei punti dei test di velocità del sito che sono spesso trascurati oltre all’uso di più strumenti è che devi analizzare il tuo sito Web più volte, quindi fare una media dei risultati.

Questo è vero sia che tu decida di eseguire un test di velocità del sito di Google o se esegui un test di velocità del sito con altri strumenti.

L’esecuzione di un test una volta non è sufficiente perché le prestazioni del tuo sito possono variare da minuto a minuto e da secondo a secondo.

Ad esempio, se si riceve improvvisamente un afflusso di traffico, i risultati del test di velocità del sito varieranno notevolmente.

Ecco perché è essenziale non solo utilizzare strumenti di test della velocità del sito multipli o robusti, ma è anche fondamentale testare un sito Web almeno 10 volte, se non di più. Quindi, calcola la media dei risultati per ottenere un’immagine più accurata delle prestazioni della velocità del tuo sito.

Se uno strumento di test della velocità del sito che stai utilizzando ha anche la possibilità di testare la velocità del tuo sito da più posizioni del server, ripeti i test più volte da ciascun server disponibile.

Questo ti aiuta a vedere le prestazioni del tuo sito Web in tutto il mondo e non solo dove si trova il tuo server. La velocità del tuo sito sarà quasi sempre più veloce quando esegui il test più vicino al tuo server. Ecco perché è essenziale testare anche da più posizioni, se possibile.

Quindi, prenditi il ​​tempo ora per eseguire diversi altri test di velocità del sito di Google e valutarli in media prima di continuare.

Il sito di test di esempio ha un punteggio medio della velocità del sito di 78,21 per dispositivi mobili e 96,17 per desktop.

Analisi comparativa della velocità del sito Web con più strumenti di test della velocità del sito

Sono disponibili molti strumenti premium per la creazione di un test di velocità approfondito del sito. Tuttavia, puoi anche utilizzare gli strumenti di test della velocità del sito gratuiti Pingdom e GTmetrix.

Entrambi gli strumenti gratuiti hanno i loro limiti, ma è per questo che utilizzare entrambi questi strumenti di test della velocità del sito insieme a un test della velocità del sito di Google può essere estremamente utile.

Se hai accesso a uno strumento di test della velocità del sito affidabile e di alta qualità, procedi e usalo invece. Altrimenti, puoi continuare a utilizzare queste opzioni gratuite.

Benchmarking della velocità del sito Web con Pingdom

Copia l’URL del tuo sito WordPress come descritto in precedenza e vai su Strumento di test della velocità del sito Pingdom.

Per iniziare l’analisi comparativa della velocità del sito Web, incolla l’indirizzo del tuo sito in URL campo, selezionare un percorso del server da cui iniziare il test e fare clic Inizia il test.

Strumento di test della velocità del sito Pingdom per l'analisi comparativa della velocità del sito Web prima di applicare le strategie di ottimizzazione di WordPress
Inserisci il tuo URL e avvia il test di velocità del sito.

Attendere qualche istante per il caricamento dei risultati. Prendi nota del punteggio, quindi esegui un altro test. Dopo aver testato il tuo sito da diverse posizioni del server almeno 10 volte ciascuno, fai una media delle velocità da ciascuna posizione.

Nei risultati del test di velocità del sito, vedrai un punteggio complessivo del 100% insieme a un voto in lettere corrispondente.

Segue la dimensione totale della pagina che è stata caricata, il tempo di caricamento e il numero di richieste effettuate.

Ci sono anche dettagli più specifici elencati sotto il riepilogo dei risultati dei test di velocità del tuo sito Web di benchmarking.

Esempio di risultati dei test di velocità del sito per l'analisi comparativa della velocità del sito
Media dei risultati dei test di velocità del tuo sito Pingdom per l’analisi comparativa della velocità del sito Web.

La velocità di esempio del sito di test prima che l’ottimizzazione di WordPress andasse da 1,5 s da una posizione del server locale fino a 3,3 s per i server dall’altra parte del globo.

Benchmarking della velocità del sito Web con GTmetrix

Ora che hai ottenuto una media dei risultati del test di velocità del sito Pingdom, puoi passare al benchmarking della velocità del sito Web con GTmetrix. È un’altra opzione gratuita.

Vai alla pagina di test della velocità del sito GTmetrix e inserisci il tuo URL nel campo corrispondente. Quindi, fai clic su Metti alla prova il tuo sito pulsante.

Sito Web GTmetrix per l'analisi comparativa della velocità del sito Web prima dell'applicazione delle strategie di ottimizzazione di WordPress
Incolla l’indirizzo del tuo sito nel campo URL e avvia il test di velocità del sito.

Dopo alcuni istanti, verranno visualizzati i risultati per l’analisi comparativa della velocità del sito Web. Vedrai due voti di lettere abbinati a percentuali, il tempo impiegato per caricare completamente la pagina, la dimensione totale della pagina e il numero di richieste chiamate.

Quando scorri verso il basso, questi dettagli vengono ulteriormente suddivisi. Puoi utilizzare questi dati per risolvere ulteriormente le aree di interesse specifiche per accelerare WordPress con le tattiche di ottimizzazione di WordPress.

Risultato dell'esempio dello strumento di test della velocità del sito GTmetrix prima dell'ottimizzazione di WordPress
Una volta visualizzati i risultati del test di velocità del sito, è possibile visualizzare ulteriori dettagli.

Non dimenticare di eseguire questo test di velocità del sito più volte e quindi calcolare la media dei punteggi di velocità per un risultato più accurato.

Il sito di esempio ha una media di una velocità della pagina di 2,6 secondi per il suo tempo a pieno carico.

Passaggio 2: strategie di base per accelerare WordPress


Ora che hai valutato la velocità del tuo sito, puoi seguire i passaggi descritti di seguito per accelerare WordPress con le strategie di ottimizzazione di WordPress.

È importante notare che, a seconda del tuo host, i test del tuo sito web di benchmarking potrebbero apparire diversi dai risultati dei test di velocità del sito mostrati sopra.

A proposito di hosting, ci sono molti fattori di base che influenzano i tempi di caricamento del tuo sito WordPress. Di seguito sono riportati altri fattori di base per la velocità del sito.

1) Hosting affidabile

L’hosting è dove esiste il tuo sito web. L’arredamento della tua casa è come il tuo sito web e la tua casa è come il tuo piano di hosting. Se la tua casa non è costruita su solide fondamenta con materiali affidabili, i tuoi mobili potrebbero cadere sul pavimento. La stessa idea si applica all’hosting.

Ottenere hosting affidabile è uno dei fattori di base che possono determinare la velocità del tuo sito.

Non ci sono due host simili. Alcuni sono migliori di altri quando si tratta di prestazioni.

2) Risorse di hosting disponibili

Quando trovi un fornitore di hosting affidabile, assicurati di scegliere anche un piano sufficiente che includa risorse sufficienti per il tuo sito.

Se il tuo sito è troppo grande per il tuo piano, il tuo sito avrà interruzioni intermittenti. Può anche portare a una drastica riduzione della velocità del tuo sito.

Come regola generale, se il tuo sito utilizza costantemente circa il 90% delle risorse del tuo server in qualsiasi momento, è tempo di aggiornare il tuo piano di hosting.

Oppure, fai un po ‘di risoluzione dei problemi o trova un host più affidabile se il tuo sito non è abbastanza grande da garantire velocità così basse. Il motivo è che questo è un indicatore delle scarse prestazioni del server.

3) Il numero di plugin usati

Più plugin hai installato sul tuo sito WordPress, più porta a gonfiare il tuo sito. Questo perché più risorse del tuo piano di hosting vengono utilizzate per gestire il tuo sito quando sovraccarichi il tuo sito con plugin.

Meno è di più, tuttavia, un fornitore di hosting affidabile può migliorare in modo significativo le prestazioni al punto da poter installare comodamente più di 10 plugin.

Allo stesso tempo, se si utilizza l’hosting condiviso, 10 plug-in sono sicuramente troppi plug-in. D’altra parte, se disponi di cloud, VPS o hosting dedicati affidabili, 10 plugin non sono altrettanto dannosi.

Se hai più di dieci plugin, prova ad eliminarne alcuni. Se hai plug-in o temi installati che non sono attivati ​​e non prevedi di utilizzarli, disinstallali.

In alternativa, trova alternative che possono occuparsi di un’attività aggiuntiva in cui in origine utilizzavi un altro plug-in. Assicurati solo che questi plugin siano codificati in modo pulito.

4) Disinstallare temi e plugin gonfiati

Parlando di codice pulito, è essenziale che i plug-in e i temi che utilizzi siano codificati in modo pulito. In caso contrario, porterà a un sito gonfio e una riduzione della velocità del sito.

Se non hai familiarità con il codice e non sai come stabilire se un plug-in o un tema è codificato in modo chiaro, prova a dare un’occhiata a recensioni e feedback. A volte possono essere utili.

Puoi anche cercare consigli da blog attendibili che educano sugli argomenti di WordPress.

Se scopri che stai utilizzando un tema o plug-in gonfiati, disinstallali.

5) Ottimizzazione del database

Nello stesso spirito, dovresti anche ripulire il database dalle vecchie revisioni post e dai commenti spam che non ti servono più. Hai mai avuto bisogno di spam?

Ottime opzioni gratuite per l’ottimizzazione del database includono: Ottimizza database, WP-Optimize, e Advanced Database Cleaner.

6) Rimuovere codici o script scadenti e inefficienti

Allo stesso modo, se hai installato alcuni script o aggiunto codice inefficiente o gonfio, rimuovili. Se ne hai bisogno, cerca alternative migliori.

Per verificare se il codice è pulito, il primo passo è convalidarlo. Puoi validare il tuo codice gratuitamente usando il gratuito Servizio di convalida markup W3C.

7) Numero di chiamate API

Se utilizzi molti plug-in che effettuano chiamate API di terze parti, potrebbero appesantire il tuo sito e utilizzare troppe risorse. Ciò porta a una riduzione della velocità del sito.

Questi tipi di plugin sembrano, ad esempio, quelli che mostrano i tuoi feed sui social media.

Puoi disinstallare eventuali plugin e script che effettuano molte chiamate API. In alternativa, è possibile utilizzare il API Transitori di WordPress memorizzare nella cache le API se non hai paura di toccare il codice. Nella maggior parte dei casi, questo tipo di memorizzazione nella cache può essere eseguito in modo sicuro.

8) Ottimizza immagini e memorizzazione nella cache

Quando carichi immagini sul tuo sito WordPress, assicurati di utilizzare le dimensioni corrette utilizzate dal tema per visualizzarle. Se le tue immagini sono più grandi delle dimensioni richieste, l’immagine deve essere ridimensionata quando la pagina viene caricata.

Questo utilizza più risorse del tuo server e rallenta la velocità del tuo sito. L’aggiunta della memorizzazione nella cache delle pagine e di una rete per la distribuzione di contenuti (CDN) al tuo sito ridurranno significativamente il danno. Tuttavia, utilizzare le dimensioni dell’immagine corrette è ancora meglio.

Mentre ci sei, assicurati che le tue immagini siano compresse correttamente. È possibile utilizzare un plug-in di ottimizzazione delle immagini. Tuttavia, se si salvano correttamente i file di immagine, è possibile influire ulteriormente sulla velocità del sito.

Come regola generale, salva le tue immagini nel formato .JPG per le foto e nel formato .PNG per le illustrazioni e gli screenshot dei siti Web. Vedrai una riduzione delle dimensioni del file. Ciò significa che è meno necessario caricare o memorizzare nella cache il tuo sito, il che può aiutare con la velocità del tuo sito.

L’obiettivo è ridurre le dimensioni del file dell’immagine. Quindi, se il salvataggio di uno screenshot come .JPG produce risultati migliori, ad esempio, allora fallo.

Per i dettagli, controlla Come velocizzare WordPress.

9) Aggiorna e proteggi WordPress

Gli attacchi DSoS e della forza bruta inviano entrambi traffico indesiderato al tuo sito dagli hacker. Usano la larghezza di banda del tuo piano di hosting. A sua volta, ciò influisce negativamente sulla velocità del tuo sito e può persino mettere offline il tuo sito e il tuo server.

Mantenere regolarmente aggiornati plug-in, temi, script e core di WordPress aiuta a combattere queste e altre minacce alla sicurezza che minano la velocità del sito. Per non parlare della sicurezza complessiva del tuo sito.

Oltre a ciò, assicurati di avere un solido plug-in di sicurezza installato per ridurre ulteriormente il carico sul tuo sito e proteggerlo.

Scopri come proteggere WordPress (2020) per i dettagli.

10) Non utilizzare la funzione di ricerca di WordPress

Un aspetto comune della velocità del sito che spesso passa inosservato è la funzione di ricerca di WordPress integrata. Non è efficiente e può appesantire gravemente il tuo sito.

Se una ricerca è una parte essenziale del tuo sito, puoi velocizzare significativamente WordPress usando un indice di ricerca dedicato. elasticsearch o Ricerca Solr per WordPress sono entrambe opzioni eccellenti.

Altre raccomandazioni importanti

Esistono innumerevoli altre strategie di base per accelerare WordPress e l’ottimizzazione di WordPress.

Alcuni di questi includono l’aggiornamento a HTTP / 2, l’abilitazione della compressione Gzip e la disabilitazione dell’hotlinking.

Passaggio 3: ottimizzazione di WordPress per velocizzare WordPress


Vale anche la pena ricordare che, a seconda delle dimensioni del tuo sito, alcune strategie potrebbero non essere utili quanto altre.

Ad esempio, se il tuo sito non ha molte immagini o contenuti, la memorizzazione nella cache della pagina e l’ottimizzazione delle immagini potrebbero non influire molto sul tuo sito. Questo non vuol dire che non farà nulla, solo non tanto quanto farebbe per un sito ricco di contenuti.

Allo stesso modo, se non ricevi molto traffico e il tuo sito è piuttosto semplice, una CDN non avrà un impatto troppo grande sulla velocità del tuo sito.

Quindi, prova le strategie di ottimizzazione di WordPress che ritieni possano aiutare ad accelerare WordPress di più per la tua situazione specifica.

Installazione e configurazione della cache totale W3

Alcuni dei migliori metodi di ottimizzazione di WordPress per accelerare WordPress includono la minimizzazione e la combinazione di file, nonché il differimento del caricamento di file JavaScript e CSS e l’applicazione di diversi tipi di memorizzazione nella cache.

Ci sono molti plugin disponibili che possono svolgere queste attività se non vuoi toccare il codice. Una delle migliori opzioni è quella di utilizzare gratuitamente Plug-in W3 Total Cache.

Installazione di W3 Total Cache per l’ottimizzazione di WordPress

Per installarlo, accedi al tuo sito WordPress ospitato da solo. Quindi vai a Plugin> Aggiungi nuovo nel menu a sinistra.

Nella barra di ricerca verso l’angolo in alto a destra, inserisci “W3 Total Cache”. Attendere un momento che il plug-in appaia nei risultati.

Quindi, fare clic su Installare pulsante accanto al nome del plug-in.

Pagina dei plugin
Installa il plug-in W3 Total Cache.

Dopo l’installazione, il pulsante cambierà per visualizzare Attivare o Attiva rete se hai Multisite abilitato. Cliccaci sopra.

Pagina dei plugin
Attiva il plug-in per avviare il processo di ottimizzazione di WordPress.

Configurazione di base per W3 Total Cache

Una volta che W3 Total Cache è stata installata e attivata, è il momento di iniziare a configurarla in modo che sia pronta ad applicare le strategie di ottimizzazione di WordPress di seguito per accelerare WordPress.

Nel menu nella dashboard di amministrazione, vai a Prestazioni> Impostazioni generali.

Clicca il condizioni d’uso e politica sulla privacy link nel messaggio di amministrazione e leggerlo. Se stai bene con tutto, fai clic su Accettare pulsante.

Quindi, fai clic su Abilitare pulsante accanto a Modalità anteprima sotto il Generale sezione. È una misura temporanea per testare in sicurezza le impostazioni. Tuttavia, è necessario testarli su un ambiente di gestione temporanea prima del sito live.

Pagina delle impostazioni prima dell'inizio dell'ottimizzazione di WordPress
Accetta i termini e abilita la modalità di anteprima.

Una volta fatto, seleziona il Abilitare casella accanto a Cache della pagina. Quindi, fai clic su Salva tutte le impostazioni pulsante.

Anteprima e test delle modifiche

Ora, è necessario verificare che il sito funzioni ancora come previsto. Per fare ciò, fare clic su Anteprima nel pulsante Generale sezione.

Se tutto sembra a posto, puoi continuare. Altrimenti, disabilitare l’opzione deselezionando l’opzione Abilitare casella, quindi salvare di nuovo tutte le modifiche.

Pagina delle impostazioni generali
Visualizza l’anteprima delle modifiche prima di continuare.

Passaggio 4: come velocizzare WordPress di tre o più volte


Ecco alcuni suggerimenti che sono la crema del raccolto quando si tratta di ottimizzare WordPress per velocizzare WordPress usando W3 Total Cache.

Per non dire che non dovresti applicare i consigli di cui sopra, ma si tratta di vittorie rapide che probabilmente avranno il maggiore impatto su una vasta gamma di dimensioni e tipi di siti Web.

Queste strategie da sole possono aumentare di tre volte la velocità del tuo sito, se non di più.

Notare che: Se il tuo provider di hosting applica già alcune di queste strategie di ottimizzazione di WordPress per velocizzare WordPress, salta i passaggi corrispondenti di seguito.

Potrebbe anche essere importante notare che è possibile modificare queste impostazioni in base alle proprie esigenze. Assicurati solo di testarli accuratamente prima di distribuirli su un sito live.

1) Minimizza e concatena i tuoi file

La minimizzazione e la concatenazione di file (combinazione) può aiutare ad accelerare i tempi di caricamento della pagina di WordPress.

Ciò significa rimuovere spazi e caratteri non necessari da un file per minimizzarlo. Poiché stai rimuovendo strutture utili per l’organizzazione del codice in modo che sia più facile da leggere per qualcuno, i computer non ne hanno bisogno per capirlo ed elaborarlo.

Pertanto, la rimozione di questi caratteri e spazi significa che è meno necessario caricare quando la pagina viene visitata.

Concatenare significa combinare file compatibili che vengono chiamati su una pagina. Ciò riduce il numero, pertanto è necessario caricare solo uno o pochi file anziché la maggiore quantità di file originariamente chiamati.

L’applicazione di entrambe queste strategie di ottimizzazione di WordPress utilizza meno risorse per caricare una pagina. Ciò significa che sei in grado di accelerare WordPress.

Per fare questo, vai a Prestazioni> Impostazioni generali nella dashboard dell’amministratore.

Pagina delle impostazioni generali
Abilita minificazione nelle impostazioni generali.

Apparirà un messaggio che ti chiederà se accetti di abilitare la minificazione perché sei consapevole che potrebbe rompere il tuo sito. Poiché la modalità di anteprima è abilitata, i file possono essere testati prima di applicare qualsiasi modifica. Vai avanti e fai clic Capisco i rischi.

Quindi fare clic su Salva tutte le impostazioni. Clicca il Anteprima pulsante come menzionato sopra per testare le modifiche.

Se qualcosa va storto, deseleziona la casella di abilitazione e salva le impostazioni. Se tutto funziona, vai a Prestazioni> Minimizza.

Minimizza la pagina delle impostazioni
Seleziona la casella per abilitare la minificazione HTML.

Vai al HTML e XML sezione e controllare la Abilitare casella, quindi sul Salva tutte le impostazioni pulsante.

Visualizza in anteprima le modifiche per assicurarti che tutto abbia funzionato. Disabilita questa opzione se c’è un problema. Altrimenti, continua facendo clic su Abilitare scatola per il Impostazioni di minimizzazione CSS opzione.

Minify page
Abilita l’opzione di minificazione CSS.

Salva, quindi visualizza in anteprima le modifiche per assicurarti che tutto funzioni ancora.

2) Rinvia caricamento di JavaScript

Quando hai eseguito il test di velocità del sito di Google o il test di velocità del sito con altri strumenti, potresti aver visto un suggerimento comune dopo i risultati iniziali.

Suggerimenti come:

  • Rimuovere JavaScript che blocca il rendering
  • Rinvia l’analisi di JavaScript
  • Elimina le risorse di blocco del rendering

Ciò con cui hanno a che fare è la necessità di rinviare l’analisi (o il caricamento) di JavaScript.

L’analisi sta prendendo il codice leggibile dall’uomo e traducendolo in una lingua che il server può leggere e comprendere. In questo caso, stiamo parlando dell’analisi di JavaScript.

Più comunemente, i file JavaScript sono impostati per il caricamento all’inizio del processo quando un utente visita la pagina. Alcuni file sono cruciali da caricare per primi perché contengono o dirigono elementi critici della pagina.

Altri file JavaScript non sono così importanti e possono essere caricati in un secondo momento senza togliere il contenuto e le funzionalità principali della pagina.

Questi file meno importanti cercano di caricarsi all’inizio del processo e finiscono per creare un inceppamento del registro che rallenta la velocità del sito. Ma, se li imposti per il caricamento in un secondo momento, puoi velocizzare WordPress.

In breve, questo è ciò che significa rinviare il caricamento o l’analisi di JavaScript.

Per fare questo, vai a Prestazioni> Minimizza nella dashboard dell’amministratore.

Sotto il JS sezione, controlla la Abilitare casella accanto a JS minimizza le impostazioni. Questo minimizzerà i file JavaScript.

Per rimandarli, fai clic su prima casella a discesa. Seleziona il Non bloccante utilizzando “asincrono” opzione.

Questo caricherà i file in modo asincrono. Entrambi i file JavaScript verranno caricati ed eseguiti contemporaneamente al resto della pagina.

Quindi selezionare Non bloccante utilizzando “differisci” nella casella a discesa per il Dopo opzione.

Minify page
Puoi rinviare i file JavaScript mentre li minimizzi.

Salvare, visualizzare in anteprima e testare le modifiche prima di continuare.

3) Aggiunta di tipi aggiuntivi di memorizzazione nella cache

Esistono anche altri tipi di memorizzazione nella cache che puoi applicare al tuo sito con W3 Total Cache: oggetto e memorizzazione nella cache del database. Questi non sono abilitati per impostazione predefinita.

Memorizzazione nella cache degli oggetti

La memorizzazione nella cache degli oggetti si verifica quando vengono chiamate query del database e i risultati vengono caricati su una pagina quando viene visitata. I risultati vengono archiviati in una cache di memoria.

Poiché WordPress tende ad avere molti contenuti dinamici che si basano su molte query di database da caricare, ottenere molto traffico può rapidamente utilizzare molte risorse del server. La memorizzazione nella cache può aiutare in modo significativo ad accelerare WordPress per situazioni ad alto traffico.

Per abilitare la memorizzazione nella cache degli oggetti con W3 Total Cache, vai a Prestazioni> Impostazioni generali e scorrere fino a Memorizzazione nella cache degli oggetti sezione.

Controlla il Abilitare scatola per Cache degli oggetti, quindi salvare le modifiche, seguite da un’anteprima e testandole.

Pagina delle impostazioni generali
W3 Total Cache include opzioni per la memorizzazione nella cache degli oggetti.

Potrebbe anche essere importante notare che è anche possibile installare memcached sul server e configurarlo nella cache totale W3.

Memcached è un tipo di memorizzazione nella cache degli oggetti e puoi selezionarlo in Metodo cache oggetto casella a discesa una volta installata. Tuttavia, questo va oltre lo scopo di questo articolo.

Memorizzazione nella cache del database

È inoltre possibile attivare la memorizzazione nella cache del database. Questa è un’ottima opzione se la memorizzazione nella cache degli oggetti non funzionerà per la tua situazione specifica. È adatto anche se il tuo sito è più grande in quanto può aiutarti notevolmente a raggiungere l’obiettivo di accelerare WordPress tre volte o più.

La memorizzazione nella cache del database memorizza i risultati del database nella memoria (una cache), quindi al successivo caricamento di una pagina e di quei risultati necessari, possono essere pubblicati dalla cache. In questo modo è molto più efficiente e può farti risparmiare molte risorse del server.

Di conseguenza, può velocizzare significativamente WordPress.

Per abilitarlo, vai a Prestazioni> Impostazioni generali nella dashboard dell’amministratore.

Sotto Cache del database, controlla il Abilitare scatola per il Cache del database opzione.

Impostazioni generali
Abilitazione della memorizzazione nella cache del database nelle impostazioni generali della cache totale W3.

Assicurati di salvare le modifiche, quindi visualizzale in anteprima e testale.

4) Disabilitazione della modalità di anteprima e distribuzione delle modifiche

Dopo aver aggiunto tutte le strategie di ottimizzazione di WordPress che desideri per velocizzare WordPress, puoi disabilitare la modalità di anteprima e applicare ufficialmente le modifiche apportate.

Vai a Prestazioni> Impostazioni generali e sotto Generale, clicca il disattivare pulsante.

Pagina delle impostazioni generali
Disabilita la modalità di anteprima.

Quindi, fai clic su Salva tutte le modifiche pulsante.

Fatto ciò, dovrai inserire nuovamente le stesse impostazioni. Quindi, fai clic su Salva impostazioni ed elimina cache pulsante sull’altro lato del Salva tutte le modifiche pulsante.

L’ottimizzazione di WordPress ha accelerato WordPress del 300%?

Dopo aver applicato queste strategie di ottimizzazione di WordPress per accelerare WordPress, eseguire un altro test di velocità del sito di Google e anche un test di velocità del sito con gli altri strumenti citati.

Esegui i test più volte e valutali in media.

Il punteggio medio finale per il sito Web di test è stato promettente con una media del 98% per i dispositivi mobili e del 99,5% per i siti desktop con il test della velocità del sito di Google.

Nuovo test di velocità del sito Google dopo l'applicazione delle strategie di ottimizzazione di WordPress
Uno dei risultati del test di velocità del sito di Google dopo l’ottimizzazione di WordPress.

Gli altri strumenti di test della velocità del sito sono stati calcolati in media con un tempo di caricamento della pagina totale di 900 ms.

Nuovo risultato di esempio dello strumento di test della velocità del sito GTmetrix dopo l'applicazione delle strategie di ottimizzazione di WordPress
Uno dei risultati di GTmetrix dopo aver applicato le strategie per accelerare WordPress.

Nel complesso, il sito di test ha avuto una media di tre volte la velocità del sito e talvolta maggiore.

Conclusione

Così il gioco è fatto. Puoi velocizzare il tuo sito di almeno tre volte con questi suggerimenti provati e veri. Ciò è particolarmente essenziale poiché la velocità del sito è un fattore nel posizionamento nei risultati dei motori di ricerca.

Tutto inizia con la valutazione della proprietà della velocità del sito Web prima di applicare le strategie di velocità della pagina.

La velocità del benchmarking del sito Web ha funzionato bene per te? Sei riuscito a velocizzare il tuo sito con successo? Di quanto? Ti rimangono domande? Facci sapere nella sezione commenti qui sotto.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map