Come iniziare un blog


Nel 2020, è più facile che mai avviare un blog – anche se sei un principiante assoluto che non capisce nulla di programmazione o web design.


Con un po ‘di guida e gli strumenti giusti, puoi avere il tuo blog personale o professionale attivo e funzionante in meno di 30 minuti.

Scrivere post e contenuti sul blog può richiedere molto più tempo, però.

In questa guida dettagliata ti guideremo attraverso ogni parte del processo mentre ti aiuteremo a evitare gli errori comuni che i nuovi blogger tendono a fare.

Suona bene? Quindi tuffiamoci e cominciamo.

Come avviare un blog

Passaggio 1: scegli l’argomento del tuo blog
Passaggio 2: trova la piattaforma di blogging giusta (WordPress)
Passaggio 3: configura il tuo blog tramite web hosting
Passaggio 4: configura il tuo blog
Passaggio 5: Progetta il tuo blog scegliendo un tema
Passaggio 6: aggiungi il logo, cambia i colori e la struttura
Passaggio 7: aggiungere / scrivere nuovi post e pagine di blog

È ora di creare un blog: 30-40 minuti
È ora di personalizzare un blog: 1-2 ore
Difficoltà di guida: principianti

Se rimani bloccato seguendo questa guida dettagliata, puoi contattarci e ti aiuteremo.

PASSAGGIO 1: scegli l’argomento del tuo blog

La prima cosa che devi fare è scegliere un argomento per il tuo blog.

I blog di maggior successo si concentrano su una cosa. Che si tratti di cibo, viaggi, fitness, moda o semplicemente della tua attività.

Ti consigliamo di scegliere un argomento di cui ti senti appassionato o interessato. È ancora meglio quando sei un esperto in qualcosa, questo ti aiuta a far crescere il tuo blog attraverso la scrittura di contenuti di buona qualità per aiutare gli altri.

Suggerimenti per la scelta di un argomento del blog:

  • sei un esperto in qualcosa?
  • sei appassionato di qualcosa?
  • stai imparando qualcosa di nuovo e vuoi scrivere sul tuo processo?

Ecco un esempio: Se sei molto interessato al fitness e ti piace allenarti, è saggio condividere la tua saggezza in un blog correlato al fitness o argomenti di copertura su allenamento e nutrizione. Attraverso il blog, sarai in grado di ottenere nuovi clienti.

Non è necessario scegliere subito l’argomento del blog, ma è utile se hai già in mente qualcosa.

PASSAGGIO 2: trova la piattaforma di blog corretta

Per prima cosa, decidi: blog gratuito o blog autonomo?

Chiunque può registrarsi con un sito di blog gratuito o platofrm come Blogger.com, WordPress.com e Tumblr.com

Tuttavia, se lo sei grave sul blog, la piattaforma di blog gratuita non è una strada da percorrere.

Esistono molti svantaggi e svantaggi di un servizio di blog gratuito (monetizzazione, personalizzazione e traffico limitati), ma soprattutto, non avrai alcun controllo sul tuo blog.

E se desideri eseguire l’upgrade, dovrai pagare più del dovuto.

La soluzione per questo è ospitare il tuo blog da solo (avere un blog self-hosted).

In questo modo non avrai limitazioni relative ai contenuti del tuo blog (come immagini e video). Il tuo blog apparirà più professionale, più bello e potrà essere migliorato in seguito. Inoltre tu in realtà possiedi il tuo blog.

Naturalmente, se non prevedi di blog per più di qualche settimana, un blog gratuito potrebbe avere senso. In tutti gli altri casi, consigliamo il percorso autonomo.

Quale piattaforma di blog dovrei scegliere?

Ci sono diverse piattaforme di blog tra cui puoi scegliere. Alcuni sono più flessibili e più facili da usare, mentre altri sono più limitati e presentano una curva di apprendimento più elevata.

Le statistiche più recenti mostrano che WordPress, che è una piattaforma di blog gratuita (open source), è la piattaforma di blogging più comunemente usata nel 2020.

utilizzo piattaforme di blog

Dati da: https://trends.builtwith.com/cms/blog/traffic/Entire-Internet

WordPress è seguito da Blogger, Tumblr, Ghost e Medium.

Abbiamo provato decine di piattaforme di blog diverse, ma nessuna di queste corrisponde a WordPress.

Ecco perché WordPress self-hosted è probabilmente la tua migliore opzione:

  • È gratuito (open-source)
  • È molto flessibile con centinaia di temi blog gratuiti (e premium)
  • Ha una grande comunità di sviluppatori
  • WordPress viene aggiornato e migliorato regolarmente
  • Avrai il pieno controllo del tuo blog

Quanto costerà l’hosting personale del mio blog WordPress?

Fortunatamente, non molto! Tutto ciò che serve è:

  • Nome del dominio – il tuo indirizzo web, come www.YourBlogName.com, che costa circa $ 10 / anno, ma ti mostreremo come ottenerne uno gratuitamente più avanti in questa guida.
  • web hosting – servizio per ospitare il tuo blog. Il web hosting semplice e affidabile è in genere di circa $ 4 / mese.

In totale, è di circa $ 60 all’anno, ma è un investimento importante per il successo del tuo blog.

Se ritieni che il blog non sia adatto a te, puoi sempre annullare il servizio di hosting e molti provider offrono una garanzia di rimborso di 30 giorni. I nomi di dominio non possono essere rimborsati, ma scadranno e diventeranno disponibili quando smetti di pagare.

Ti consigliamo di seguire il percorso autonomo perché è molto più flessibile e puoi iniziare a crescere e creare il tuo blog dal primo giorno.

PASSAGGIO 3 – Configura il tuo blog tramite web hosting (e registra il nome di dominio)

Divulgazione completa: WebsiteSetup è affiliato a Bluehost e guadagna una commissione se decidi di effettuare un acquisto tramite i nostri link. Grazie per il vostro sostegno.

Per iniziare con un blog WordPress con hosting autonomo, avrai bisogno di un nome di dominio e di un hosting web.

Abbiamo raccomandato Bluehost come blog / web hosting e registrar di domini per anni.

Da Bluehost, otterrai (l’account viene attivato immediatamente):

  1. Nome di dominio personalizzato (gratuito per il 1 ° anno), con certificato SSL (sicurezza).
  2. Hosting di siti Web ($ 2,75 / mese +)
  3. Installazione semplice con un clic per WordPress
  4. Account e-mail gratuiti, come [Email protected]

Ovviamente, non è necessario utilizzare Bluehost, soprattutto quando si dispone già di un host web.

Qualunque sia la società di hosting che scegli, assicurati che abbia “installazioni con un clic” per piattaforme di blog come WordPress. Ciò renderà il processo di installazione molto più semplice.

Se rimani bloccato registrando un nome di dominio e registrandoti a Bluehost, di seguito è una breve guida dettagliata che ho creato.

6. Crea la tua password

Finalmente l’ultimo passo!

Quando completi l’acquisto, Bluehost ti invierà un’email di conferma e sarai anche in grado di impostare la password principale per il tuo account.

Creazione dell'account Bluehost

Installa WordPress

Dopo esserti registrato con Bluehost, puoi installare il tuo blog WordPress.

Non preoccuparti, la maggior parte delle società di web hosting offre l’installazione con un clic per la piattaforma di blog di WordPress, quindi dovrebbe essere molto semplice.

Ecco cosa fai esattamente per installare WordPress su Bluehost

  1. Accedi al tuo profilo utente su Bluehost.
  2. Nella pagina “Home” fai clic sul pulsante blu “WordPress”
  3. Inizia l’installazione di WordPress

Pagina principale di Bluehost

Dovremmo notare che l’attivazione del nome di dominio potrebbe richiedere da 10 a 15 minuti, quindi non impazzire per il nome di dominio temporaneo dall’aspetto strano.

Bluehost ti permetterà di scegliere il tuo login amministratore e la password per WordPress al termine dell’installazione.

Problemi con questo processo di installazione? Leggi la nostra altra guida sull’installazione di WordPress su Bluehost.

Se stai utilizzando un servizio di web hosting che non offre un’installazione automatica o rapida per WordPress, leggi questo guida all’installazione manuale.

PASSAGGIO 4: configura il tuo blog WordPress

Dopo aver impostato il tuo account amministratore per WordPress (il passaggio precedente), puoi procedere a visitare la tua nuova dashboard:

Vai a yourdomain.com/wp-admin e inserisci i dettagli di accesso per il tuo account amministratore. Una volta effettuato l’accesso, vedrai questo:

Dashboard di WordPress

Anche se WordPress è già operativo al 100%, ci sono ancora alcune impostazioni che dovresti attraversare:

1. Impostazioni generali

Inizia andando sulla barra laterale di sinistra e facendo clic su Impostazioni → Generale.

Impostazioni generali di WordPress

Qui puoi impostare:

  • “Titolo del sito” – efficacemente il nome del tuo sito. Il titolo è particolarmente importante poiché è quello che ogni visitatore vede per primo, e anche una grande parte di come i motori di ricerca determinano le tue classifiche. Assicurati di avere la tua ragione sociale lì.
  • “Messaggio personale” – pensalo come il riassunto di cosa tratta il tuo blog, in una breve frase. Per esempio: “Ricette che anche un cuoco principiante può gestire.”

In questa sezione, puoi anche verificare se l’indirizzo del tuo blog (URL) è in ordine, impostare il fuso orario in cui ti trovi e la tua lingua preferita.

Un’altra cosa importante da notare è che Bluehost ha una funzionalità Prossimamente nell’ultima sezione delle Impostazioni generali. Quando sei pronto per andare in diretta con il tuo blog, assicurati di disattivare questa funzione.

Bluehost presto disponibile funzionalità

2. Visibilità su Google

La prossima cosa super importante che devi fare è assicurarti che i motori di ricerca come Google possano indicizzare il tuo nuovo blog.

Per farlo, vai a Impostazioni → Lettura (di nuovo, dalla barra laterale principale) e assicurati che il campo sia etichettato “Scoraggia i motori di ricerca dall’indicizzazione di questo sito” rimane deselezionato. Così:

Visibilità del motore di ricerca di WordPress

Se non lo fai, il tuo blog potrebbe diventare letteralmente invisibile a Google.

3. Permalink

Le impostazioni dei “permalink” definiscono il modo in cui WordPress eseguirà la creazione di singoli URL – indirizzi di pagine Web – per ciascuno dei singoli post di blog o sottopagine. Sebbene l’idea possa sembrare un po ‘avanzata, l’impostazione è molto semplice.

Vai a Impostazioni → Permalink. Una volta lì, imposta i permalink sulla variante “Nome post”, in questo modo:

Permalink di WordPress

Questa è l’impostazione più ottimale tra quelle disponibili e anche quella preferita da Google e da altri motori di ricerca.

PASSAGGIO 5 – Progetta il tuo blog scegliendo un tema

Un’altra cosa grandiosa di WordPress è che anche se potresti non essere un abile designer tu stesso, puoi comunque ottenere un look top-shelf per il tuo blog.

Come? Grazie a migliaia di temi WordPress disponibili sul Web. Meglio di tutto, molti di loro sono gratuiti, e puoi personalizzarli facilmente (senza alcuna conoscenza di codifica).

Torna alla dashboard di WordPress e vai a Aspetto → Temi. Una volta lì, fai clic su “Aggiungi nuovo”:

WordPress aggiunge un nuovo tema

Quindi, passare alla scheda “Popolare”:

Temi popolari di WordPress

Quello che vedrai sono i temi WordPress gratuiti più popolari sul mercato. E la parte migliore è che puoi installarne uno con un solo clic.

Vai avanti e passa un po ‘di tempo a sfogliare questo elenco per trovare qualcosa che si adatta davvero alla tua attività e allo scopo principale dietro il tuo nuovo blog.

Una volta che vedi un tema che ti piace, puoi installarlo sul tuo blog facendo clic su “Installa” accanto al nome del tema, seguito da “Attiva”.

Nota: Quello che stai facendo qui è solo cambiare l’aspetto del tuo blog. Non stai cancellando nessuno dei tuoi contenuti. Puoi cambiare i temi tutte le volte che vuoi, senza doversi preoccupare della scomparsa delle pagine.

PASSAGGIO 6 – Aggiungi logo, cambia colori e struttura

Anche se il tema WordPress che hai deciso di utilizzare arriva già con il suo design preconfigurato specifico, puoi comunque modificarne parti a tuo piacimento.

Questo è tutto fatto se tu vai a Aspetto → Personalizza. Quello che vedrai è il Personalizzatore di WordPress:

Personalizzatore di WordPress

A seconda del tema corrente, nel menu della barra laterale otterrai un diverso set di opzioni, ma le più comuni includeranno:

  • “Identità del sito” – qui puoi impostare nuovamente il titolo del tuo blog, oltre a aggiungere un’immagine del logo e un’icona del sito (aka. favicon).
  • “Colori” – per regolare i colori di base utilizzati in tutto il design.
  • “Intestazione” – per impostare l’immagine o l’immagine dell’intestazione.
  • “Sfondo” – per impostare l’immagine di sfondo, l’immagine o il colore.
  • “Menu” – ne parleremo più avanti.
  • “Widget” – ne parleremo più avanti in seguito.
  • E altre impostazioni dipendenti dal tema.

Cominciamo con la prima opzione:

1. Aggiungi logo e favicon

  • Se non hai ancora un logo, puoi utilizzare questi strumenti gratuiti per crearne uno.
  • Se non disponi ancora di una favicon, puoi utilizzare questi generatori di favicon.

Identità del sito WordPress

Poiché probabilmente hai già impostato il titolo del tuo sito e il tuo slogan, quello che farai qui è aggiungendo il logo della tua azienda e favicon. Entrambi sono abbastanza facili da fare:

Per aggiungere il tuo logo, basta fare clic sul pulsante “Seleziona logo”. Nella schermata successiva, WordPress ti farà sapere quale tipo di grafica è accettabile per i loghi.

WordPress aggiungi logo

Dopo aver caricato il tuo logo, dovresti vederlo nella finestra di anteprima dal vivo.

Per aggiungere la tua favicon, fai clic sul pulsante “Seleziona immagine” nella sezione “Icona sito”:

WordPress aggiunge favicon

Anche qui il processo è abbastanza simile: WordPress ti dirà che tipo di immagine si aspetta. Tuttavia, la cosa diversa qui è che una volta aggiunta la tua favicon, in realtà non verrà visualizzata da nessuna parte nell’anteprima. Per vederlo, guarda la barra superiore principale del tuo browser web, accanto al titolo del blog. Un esempio da questo sito:

favicon

2. Cambia i colori del blog

A seconda del tema che stai utilizzando, vedrai un diverso set di opzioni in questa sezione di Customizer. Ecco un esempio dal tema predefinito:

WordPress imposta i colori

Solo un paio di impostazioni qui, garantito, ma giocare con queste può ancora aiutarti a rendere il tuo nuovo blog unico e più in sintonia con il tuo marchio.

3. Aggiungi grafica dell’intestazione personalizzata

Questa è un’altra sezione che dipende fortemente dal tema che stai utilizzando. Tuttavia, l’impostazione più comune su cui ti imbatterai è la possibilità di aggiungere un grafico / immagine di intestazione, o forse anche un video di intestazione. Per impostare l’immagine dell’intestazione, basta fare clic su “Aggiungi nuova immagine”:

aggiungi nuova immagine

Puoi scegliere praticamente qualsiasi immagine desideri per l’intestazione del tuo sito, purché sia ​​di qualità sufficientemente elevata. WordPress ti farà conoscere i requisiti minimi per l’immagine dell’intestazione direttamente nella schermata di caricamento.

4. Cambia sfondo

Alcuni temi hanno la possibilità di impostare lo sfondo principale per l’intero sito Web.Immagine di sfondo di WordPress

Più comunemente, queste opzioni ti permetteranno di impostare un’immagine personalizzata o un colore solido sullo sfondo. Ad ogni modo, puoi ottenere effetti piuttosto interessanti se provi a farlo abbastanza a lungo.

PASSAGGIO 7 – Aggiungi / scrivi nuovi post e pagine di blog

Con tutto quanto sopra già pronto, sei pronto per iniziare a creare contenuti per il tuo nuovo blog.

Se stai costruendo un blog, probabilmente avrai bisogno di almeno alcune delle pagine seguenti:

  • blog – questa sezione creata da WordPress per te automaticamente. Per impostazione predefinita, tutti i tuoi ultimi post sul blog saranno elencati direttamente sulla home page.
  • Di – per dire ai tuoi visitatori di cosa tratta il blog e chi c’è dietro.
  • Contatto – per consentire alle persone di contattarti direttamente.
  • Servizi / Prodotti – per elencare i tuoi prodotti e / o servizi e dire alle persone perché dovrebbero acquistarli.
  • Testimonianze – dai tuoi precedenti clienti.
  • Portafoglio – il tuo corpus di lavoro presentato in modo attraente.

1. Crea nuove pagine

Ora che hai un’idea di quale tipo di pagine potresti aver bisogno, parliamo di come procedere realmente nel crearle.

Fortunatamente, il processo di creazione di una nuova pagina in WordPress è lo stesso, indipendentemente dal tipo di pagina.

Prima di farlo, puoi anche impostare il tuo blog su una modalità di manutenzione, che impedirà ad altri di vedere il tuo sito Web incompiuto.

Per farlo, vai sulla dashboard di WordPress e poi su Pagine → Aggiungi nuovo. Quello che vedrai è la schermata di modifica della pagina principale di WordPress:

Pagina di esempio di WordPress

Ecco una fantastica panoramica di come l’aggiunta di post e pagine funziona su WordPress.

Come puoi immaginare, una volta che fai clic sul pulsante “Pubblica”, la tua pagina diventa visibile al pubblico.

2. Aggiungi post sul blog

La funzionalità del blog è uno degli elementi chiave del CMS WordPress. Ecco perché WordPress ha un’intera sezione separata dedicata alla creazione e alla pubblicazione di post sul blog.

Puoi trovarlo se vai a Messaggi dalla barra laterale principale della dashboard di WordPress:

Post di WordPress

La creazione di nuovi post funziona esattamente come la creazione di nuove pagine. L’unica differenza è che i tuoi post verranno visualizzati automaticamente sulla tua home page, mentre le tue pagine devono essere aggiunte a un menu se vuoi che qualcuno le trovi.

3. Aggiungi menu di navigazione

I menu hanno un compito molto speciale in WordPress. Fondamentalmente, sono il tuo miglior strumento per assicurarsi che le pagine che hai creato possano essere trovate dai tuoi lettori.

In genere, il tuo blog dovrebbe averne uno principale menu posizionato nella barra di navigazione principale. La maggior parte dei visitatori si aspetta di trovare qualcosa del genere sul tuo sito.

Per creare un nuovo menu, vai a Aspetto → Menu. Una volta lì, guarda l’elenco delle pagine disponibili (le pagine che hai creato finora) e fai clic sulle caselle di controllo accanto a quelle che desideri avere nel tuo nuovo menu. Quindi, fai clic su “Aggiungi al menu”. Vedrai le tue pagine elencate nella sezione a destra.

WordPress come creare un menu

A questo punto, puoi anche trascinare e rilasciare quelle pagine per riallinearle. Al termine, puoi anche selezionare una delle caselle di controllo in “Visualizza posizione” (vedi sotto). Più comunemente, la posizione di navigazione principale dovrebbe essere elencata lì – nel nostro caso, è il “Menu principale”.

Quando clicchiamo sul pulsante principale “Salva menu”, il mio menu verrà impostato.

4. Modifica la barra laterale e il piè di pagina del tuo blog

A seconda del tema che stai utilizzando, potresti avere da zero a una manciata di barre laterali disponibili + forse anche un piè di pagina personalizzabile.

Per ottimizzare ciò che viene visualizzato in tutte quelle aree, useremo Widget di WordPress.

In parole povere, i widget sono piccoli blocchi di contenuti che possono essere visualizzati in vari punti del blog di WordPress.

Per vedere di cosa si tratta, vai a Aspetto → Widget.

Quello che vedi qui sono tutti i diversi widget che WordPress ti offre. Solo per citarne alcuni:

  • archivio – un elenco di tutti i tuoi post precedenti sul blog
  • Immagine – un’immagine a tua scelta
  • categorie – un elenco di tutte le categorie del tuo blog
  • messaggi recenti
  • Ricerca – una barra di ricerca
  • Testo – un pezzo di testo personalizzato
  • e molto di più

Quello che puoi fare con tutti quei widget è metterli in uno dei aree widget predefinite – di solito all’interno della barra laterale o del piè di pagina.

Ad esempio, possiamo trascinare e rilasciare il widget “Post recenti” nell’area del widget “Piè di pagina 1”, in questo modo:

aggiungi widget

Puoi fare lo stesso con uno qualsiasi degli altri widget disponibili. Basta afferrarli dalla sezione a sinistra e trascinarli e rilasciarli su una qualsiasi delle aree del widget che ti dà il tema.

Nota: Le aree del widget visualizzate nel pannello di amministrazione dipendono dal tema che stai attualmente utilizzando.

Lancia il tuo blog e continua a migliorare

Congratulazioni. Ora puoi avviare il tuo nuovo blog!

Non è stato così difficile, vero?

Tieni presente che ogni blog che crei con WordPress è diverso. Puoi sempre cambiare i temi di WordPress o persino acquistarne di premium per rendere il tuo blog davvero professionale e unico.

Ecco alcune ulteriori guide che dovrebbero aiutarti a dare il via al tuo viaggio nel blog:

  • Personalizzazione di WordPress (101)
  • Come aggiungere un modulo di contatto al tuo blog
  • Come aggiungere newsletter via email al tuo blog
  • Come monetizzare il tuo blog
  • Come ottenere traffico sul tuo blog (modi gratuiti ea pagamento)

Se rimani bloccato o hai domande su questa guida passo-passo, lascia un commento qui sotto e ti aiuteremo ��

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map