Come iniziare un blog?

Come iniziare un blog?

Guida dettagliata


Hai regolarmente esperienze, sia positive che negative, che vale la pena condividere con gli altri? Trovi sempre qualcosa di cui valga la pena parlare online? Stai solo scoppiando con il talento di scrittura ma non hai sbocco per il rilascio?

Se hai risposto sì alla maggior parte o a tutte quelle domande, forse è il momento di creare un blog.

Un post di blog può essere qualsiasi cosa, da una storia divertente, una condivisione di informazioni o persino un rant. Puoi dire che un blog è una specie di diario personale, ma un diario personale aperto a tutto il mondo.

“Ma non sono esperto di tecnologia”, potresti dire. Sarai sorpreso di quanto sia facile (e veloce) creare un blog online.

Perché le persone Blog

Prima ancora di iniziare a scrivere sul blog, scopri perché vuoi condividere le tue esperienze, opinioni e gli ultimi sviluppi online. È perché vuoi che le persone sappiano cosa sta succedendo? Vuoi condividere determinate informazioni con alcune persone? O forse senti solo il bisogno di urlare.

Arrotondando tutte le spiegazioni fornite, le persone di solito blog per i seguenti motivi:

  • Sviluppare abilità di scrittura – Anche i migliori scrittori possono trovarsi in una carreggiata. A volte anche le capacità di scrittura affinate per così tanti anni si deteriorano se non utilizzate per un periodo relativamente breve. Il blog offre agli scrittori la possibilità non solo di scrivere, ma anche di farlo regolarmente. Alla fine, non è solo l’abilità di scrittura stessa a essere sviluppata, ma anche la disciplina per esercitarsi.
  • Per condividere esperienze – Durante la nostra vita quotidiana avremo la nostra giusta dose di esperienze felici, meravigliose, tristi o persino terribili. A volte scopriamo che vale la pena condividere queste esperienze con gli altri perché possono servire come lezioni o avvertimenti. In alcuni casi, potrebbe anche valere la pena condividerli perché sono semplicemente troppo divertenti da tenere per noi stessi. È un dato di fatto che anche i migliori scrittori si annoieranno o finiranno di scrivere materiale sulle loro esperienze. La buona notizia è che anche altri hanno storie o esperienze che vale la pena raccontare. Non vi è alcun impedimento a condividere le esperienze degli altri.
  • Ispirare gli altri – Quasi tutti possono scrivere online, ma non solo chiunque può ispirare. Se hai avuto un’esperienza che pensi che gli altri dovrebbero conoscere, condividila. Se qualcuno ti ha dato dei buoni consigli che devono essere condivisi anche con gli altri, scrivici e così via. Una delle cose più soddisfacenti che uno scrittore può sperimentare è scoprire che gli altri stanno prendendo ispirazione nella loro scrittura. Questa è una cosa particolarmente buona da ricordare la prossima volta che vuoi scrivere per il tuo blog solo per motivi di scrittura.
  • Attrarre le persone – Il blog è un buon modo per attirare un pubblico. Questo è particolarmente vero per i blog di prodotti o siti Web aziendali. Vogliono che le persone giuste notino ciò che stanno offrendo. Per “persone giuste” intendiamo coloro che sono propensi ad acquistare i loro prodotti o ad avvalersi dei loro servizi. Lo stesso principio vale anche per i siti Web non di prodotto o non di servizio. Nel loro caso vogliono attirare lettori che apprezzano una buona storia. Queste sono persone che probabilmente torneranno a leggere di più e sono anche propense a raccontare agli altri una buona esperienza di lettura.
  • Fare soldi – Che ci crediate o no alcune persone effettivamente guadagnano soldi dai loro blog! Ci sono due modi per guadagnare; o un sito Web di spicco ti avvicinerà con un’offerta per scrivere un blog sul proprio sito o gli inserzionisti proporranno di pubblicare annunci sul tuo sito. Tuttavia, non aspettarti di fare soldi subito. Di solito, sono le persone o gli scrittori più ricchi e influenti a cui gli inserzionisti e i siti Web si avvicinano per i contratti. Questo non vuol dire che non avrai mai la tua possibilità, con un seguito abbastanza grande puoi attirare inserzionisti. Che si tratti solo di uno di questi motivi, alcuni o anche tutti, determinare perché vuoi blog è importante perché stabilisce la direzione che prenderà la tua scrittura e ti riempie di più scopo. Potresti pensare “Pfffft! Da dove viene quella direzione e lo scopo? “Quando arriva il momento di mantenere il tuo blog, ecco quando.

Configurare il tuo blog

Sei pronto per iniziare a bloggare?

Ci sono due passaggi per impostare un blog; il primo è scegliere e registrare un nome di dominio e il secondo è scegliere un host web. In tutto il processo dall’inizio alla fine, dovrebbero essere necessari circa 20 minuti.

1. Scegliere un nome di dominio

Che cos’è esattamente un nome di dominio? È il nome per il quale il tuo blog sarà conosciuto e per il quale una ricerca dovrebbe produrre. Se digiti quel nome di dominio, dovrebbe essere il tuo blog a comparire nel browser.

Importante

Visita la nostra guida all’acquisto del dominio

Scegli un nome di dominio unico e allo stesso tempo descrittivo in modo che il tuo pubblico sappia immediatamente di cosa tratta il tuo blog. Dovresti anche scegliere saggiamente perché non è possibile tornare indietro dalla creazione di un nome di dominio. Internet vede circa 10.000 registrazioni di domini al giorno, quindi non dovresti aspettarti che le tue prime scelte siano immediatamente disponibili. In effetti, è consigliabile preparare un elenco di nomi probabili.

Scegliere un’estensione di dominio è un must, nel caso in cui i tuoi lettori scrivano male il tuo dominio e scrivano qualcos’altro, verranno comunque reindirizzati al tuo blog. Per creare estensioni di dominio, i proprietari dei blog di solito allegano “.com”, “.net” o “.org” alla fine del nome di dominio.

2. La scelta di una società di web hosting

Inutile dire che hai bisogno di un host web per avviare un blog. L’host web è la società che archivia digitalmente tutto il testo, le immagini e altri vari file necessari per il tuo blog e li consegna a chiunque digiti il ​​tuo nome di dominio su Internet.

Gli host Web sono limitati da cose come spazio, larghezza di banda, numero di domini e sottodomini disponibili, tra le altre cose, quindi è meglio scegliere con saggezza. La scelta di un host scadente comporterà tempi di caricamento della pagina lenti, anche tempi di inattività.

Il miglior web hosting per il 2016

Un buon host web per i neofiti del blogging assoluto è SiteGround, un sito web che costa un po ‘di più rispetto agli altri host web (£ 2,75 al mese) ma compensa questo per quanto riguarda qualità e servizio.

Se si desidera utilizzare SiteGround, è sufficiente visitare il sito Web. Hanno un numero di promozioni, scegliere di avvalersene o no.

Puoi consultare la nostra recensione di SiteGround qui.

Web hosting più economico

GoDaddy è il più grande registrar di nomi di dominio e provider di web hosting al mondo. Ti costerebbe a partire da £0.99 al mese!

Installazione con SiteGround
Visita SiteGround e ricevi uno sconto del 50%

1Scegli un piano – SiteGround ti offrirà diversi piani. Ovviamente, di solito è consigliabile sceglierne uno adatto al tuo budget per ora. Tuttavia, esiste anche un piano di base per i blogger principianti.

2Registra il tuo nome di dominio – Digitare il nome del dominio nella casella a sinistra e fare clic su “Avanti” per vedere se è disponibile. In caso contrario, scegli un altro nome di dominio. Ricordi quella lista che ti abbiamo detto di fare? Qui è dove diventa utile. La registrazione di un nome di dominio può richiedere del tempo se scopri che tutti i giochi di parole e le battute che hai pensato sono già prese.

3Inserisci i dettagli di fatturazione – Una volta che un nome di dominio è già disponibile, verrai indirizzato alla pagina di registrazione in cui dovrai inserire tutti i dettagli di fatturazione.

Attendi qualche minuto per configurare il tuo account.

Installazione di WordPress

WordPress è uno strumento gratuito e open source che presenta un’architettura plug-in di facile utilizzo e un sistema di template. In altre parole, è perfetto per i neofiti del blog.

Accedi al tuo account tramite la homepage di SiteGround e installa WordPress. Vai a “I miei account“scheda e clic”Vai a cPanel“. Guarda sotto il”Autoinstallers“E fai clic sul”WordPress“.

Dovresti accedere automaticamente a Softaculous e portato alla pagina di installazione di WordPress. Clicca sul “Installa ora“Per iniziare.

Seleziona il tuo dominio e fai clic su “Scegli dominio”. Sotto “Impostazioni del sito“sezione, annota il nome del tuo blog (scegli qualcosa” amico degli occhi, sembrerebbe su Google “) e la descrizione del sito. Inserisci la tua email, nome utente e password. Tutti questi possono essere cambiati in seguito tranne il nome utente (puoi cambiarlo con un plugin). Non appena sei soddisfatto delle tue scelte, accetta i termini e fai clic su “Installare”.

La tua installazione è quasi pronta

WordPress l’installazione dovrebbe richiedere solo pochi minuti e al termine dell’operazione dovresti ricevere una notifica via e-mail.

Lavorare con WordPress

La prima cosa che devi fare è accedere al tuo sito. Vai a “http://www.yoursite.com/wp-admin(sostituisci “yoursite.com” con il tuo nome di dominio).

Dopo aver effettuato l’accesso dovresti essere portato nell’area dell’amministratore di WordPress. Qui puoi apportare qualsiasi modifica desideri al tuo blog.

Se vuoi cambiare il titolo del tuo blog vai in fondo al menu a sinistra e fai clic su “impostazioni”. Dovrebbe portarti a una schermata in cui puoi cambiare il titolo.

Il “Titolo del sito“È per il titolo principale mentre il”Messaggio personale“È per il sottodominio. Dopo essere soddisfatto delle modifiche, fai clic su “Salvare le modifiche“. Facendo clic su quel pulsante si dovrebbe accedere al tuo sito.

Scrivere e pubblicare il tuo primo post

Sei pompato per iniziare a scrivere? Cominciamo con il tuo primo post. In WordPress vai al menu a sinistra e fai clic su “Messaggi”. Potresti essere sorpreso di scoprire che esiste già un post con il titolo “Ciao mondo!“Questo qualcosa WordPress mette su tutti i blog solo per dare agli utenti un assaggio di cosa aspettarsi. Puoi studiarlo o liberartene facendo clic sul pulsante “Cestino” proprio sotto il post.

Inizia un nuovo post facendo clic su “Aggiungere nuova“Link; questo dovrebbe portarti alla schermata di post creatore. La casella in alto è per il titolo del tuo post e quella in basso è per il post stesso.

Le immagini sono sempre una buona idea perché migliorano il post e danno anche ai tuoi lettori qualcosa da guardare. Le immagini danno anche ai tuoi lettori un’idea di cosa tratta il tuo blog. Assicurati solo che l’immagine sia correlata al blog e non solo a un riempitore di spazio.

Se desideri aggiungere un’immagine, fai clic su “Aggiungi media“E fare clic su”Seleziona i file“Per caricare qualsiasi immagine memorizzata sul tuo computer.

Puoi anche scegliere la dimensione dell’immagine e come è allineata alla pagina. Non appena sei soddisfatto delle tue scelte di fare clic su “Inserisci in post“Per aggiungere l’immagine.

Sei sicuro che questo sia il post che vuoi che il mondo veda? Ripassatelo ancora una volta per individuare eventuali errori grammaticali. Forse ricorderai anche le idee che vale la pena aggiungere. Dopo essere pronto, fai clic su “Pubblicare“Sul lato destro dello schermo per pubblicarlo.

Anche dopo aver fatto clic su “Pubblicare“Il tuo blog potrebbe ancora mostrare un”Prossimamente” pagina. Quando sei pronto a rimuovere quella pagina, tutto quello che devi fare è accedere al tuo blog e fare clic sul collegamento nella parte superiore.

Quindi, hai appena pubblicato il tuo primo blog. Non è stato facile?

Aumentare di livello il tuo blog

Prima o poi potresti arrivare a un punto in cui pensi che il design del tuo blog sia troppo semplice e desideri aggiungere più elementi per un maggiore impatto. È qui che entra in gioco il vantaggio di WordPress; è così facile da usare che puoi praticamente insegnare a te stesso come farlo.

Le basi del blog design

È vero che quando si tratta di progettare il tuo blog la tua immaginazione è il limite. Tuttavia, prima di esagerare, dovresti anche sapere consigli utili da seguire, soprattutto considerando che non tutti abbiamo lo stesso apprezzamento dell’estetica.

Segui le linee verticali – Come regola generale è buona norma tenere le cose allineate. Nel caso di pagine Web in cui generalmente scorriamo verso il basso, ciò significa linee o colonne verticali.

Sembrerà più ordinato quando i paragrafi e le immagini si adatteranno perfettamente alle loro colonne. I nostri occhi e il cervello sono progettati per individuare i modelli, quindi quando qualcosa sporge, lo notiamo immediatamente. Come quell’immagine che è fuori linea o quel paragrafo che sporge.

Se ci sono troppe di queste piccole cose fuori linea, il lettore può distrarsi e prima che tu lo sappia hanno una cattiva opinione di come è organizzata quella pagina.

Se non sei ancora sicuro di come implementare le linee verticali, scegli una larghezza comune per tutte le immagini e un’altra larghezza comune per i paragrafi anche quando le immagini e i paragrafi si mescolano.

Osservare “White Space” – Lo spazio tra gli elementi e le sezioni di una pagina del blog, o qualsiasi altra pagina, è quello che viene chiamato spazio bianco. Dovrebbe esserci sempre uno spazio bianco tra gli elementi per due motivi; per rendere la pagina meno claustrofobica e opprimente e per rendere le sezioni più facili da leggere.

Puoi controllare lo spazio tra gli elementi o le sezioni del tuo blog aggiungendo margini o riempimento.

Imposta caratteri – Avrai molti tipi di carattere disponibili quando progetti il ​​tuo blog e potresti essere tentato di usarne molti. Tuttavia, lo svantaggio è che se si utilizzano troppi caratteri in un’area tende a creare confusione nel blog. Per non parlare del fatto che potrebbe causare mal di testa ai tuoi lettori mentre i loro occhi saltano da un carattere all’altro.

Scegli i caratteri non perché sono belli o divertenti da guardare, ma perché sono facili da leggere. L’ideale è avere un tipo di carattere per i titoli dei post, un altro tipo di carattere per i titoli della barra laterale e un altro tipo diverso di testo del blog.

Colora il tuo blog – È stato a lungo stabilito che i colori hanno un effetto psicologico sulle persone, possono rendere qualcosa di attraente o addirittura noioso.

Quando si tratta di blog, è meglio scegliere colori che attirino l’attenzione sulle aree che vogliamo che i lettori guardino. La presenza di troppi colori contemporaneamente confonderà anche l’occhio e la mente.

Qual è un modo per andare sui colori? Scegli una combinazione di colori generale e poi aggiungi la pagina con altri colori che meglio la completano. Tuttavia, non dovresti avere paura di usare colori contrastanti in quanto forniscono impatto. Il miglior consiglio per quanto riguarda i colori è assicurarsi che non distraggano i lettori dal contenuto principale del tuo blog.

Rendere le informazioni accessibili – A volte i lettori potrebbero voler porre una domanda al blogger o contattarli per qualsiasi motivo. Come blogger dovresti consentire ai tuoi lettori di raggiungerti facilmente. Perché? Vuoi ritrarre te stesso come un essere umano, qualcuno con cui possono relazionarsi e raggiungere facilmente, non un dio che è sempre fuori portata.

Questa accessibilità dovrebbe applicarsi anche agli altri elementi del blog, ad esempio feed RSS, post in primo piano, archivi, collegamenti esterni e casella di ricerca.

Altri consigli per migliorare il tuo blog

Fornire una breve descrizione – È probabile che attiri un numero maggiore di lettori se sanno immediatamente che il tuo blog riguarda, quindi a questo scopo, è consigliabile fornire una breve descrizione sotto il banner del tuo blog su ciò che riguarda il sito e su chi lo possiede.

Usa una foto del profilo – Una delle cose che creano una connessione per i lettori è la consapevolezza che lo scrittore è una persona reale. Nulla dice una persona reale come una tua foto sul blog.

Assicurati di scegliere una buona foto di te. Questo non vuol dire che dovresti scegliere un’immagine che è stata fotografata per farti sembrare una star del cinema. Seleziona le tue foto per il tuo blog, allo stesso modo, sceglieresti una foto per un colloquio di lavoro o per un profilo social, vuoi presentare la migliore immagine di te stesso senza nessuno dei falsi.

Assicurati che le tue pagine vengano caricate rapidamente – Uno degli sfortunati effetti collaterali di Internet è l’intervallo di attenzione più breve. Con le molte cose da vedere su Internet, non puoi aspettarti che qualcosa attiri a lungo l’attenzione dei lettori, soprattutto se quel qualcosa è un blog che impiega troppo tempo a caricarsi.

Cosa contribuisce ai lunghi tempi di caricamento? Immagini che non sono ottimizzate per il tuo blog, righe di codice non necessarie, file CSS e Java, plugin, tra gli altri.

Anche l’inserimento di troppe immagini in una pagina può contribuire a un significativo rallentamento. Ci sono cose che puoi fare per ottimizzare il caricamento della pagina come la compressione Gzip, la memorizzazione nella cache ottimizzata e la pulizia del codice. Potresti non essere in grado di farlo da solo, ma ci sono altri esperti web che possono aiutarti facilmente.

Hanno i plugin giusti – Sì, abbiamo parlato dei plugin che contribuiscono al rallentamento del tuo blog, ma avere quelli giusti farà anche la differenza quando si tratta dei diversi aspetti del tuo blog.

Ecco alcuni dei più gratuiti gratuiti:

  • Wordfence – Un plug-in di sicurezza gratuito ma di base che aggiunge un ulteriore livello di protezione bloccando le persone che cercano di entrare nel tuo sito Web.
  • Anti-spam – Un altro plug-in gratuito che tiene lontano lo spam. Questo senza usare Captcha, fare domande o infastidire i tuoi lettori sinceramente umani che onestamente vogliono solo lasciare un commento.
  • Ottimizzazione WP – Questo plug-in gratuito mantiene il tuo blog senza intoppi ottimizzando le tabelle del database, eliminando le vecchie revisioni dei post e pulendo i commenti non approvati e altre cose nella cartella Cestino.
  • WordPress SEO – Le parole chiave giuste possono far notare facilmente il tuo blog dai motori di ricerca, ma a volte hai bisogno di più di quello per essere notato. WordPress SEO può guidarti nel fare buone scelte di formulazione per ottenere il massimo effetto leva dalle parole chiave.
  • Dashboard di Google Analytics – Quanto traffico sta ricevendo il tuo sito? Da dove viene la maggior parte? A quali contenuti erano maggiormente interessati? Quanti di loro stanno tornando spettatori? Google Analytics tiene traccia di queste cose e altro ancora.

Scrivi il tuo blog

Quindi hai il blog attivo e funzionante, hai gli strumenti per aiutarti a tenere traccia di tutto ciò che deve essere guardato e sai come pubblicare i tuoi articoli e immagini.

Ora di cosa dovresti scrivere? Finché rientra nell’ambito della descrizione del tuo blog, tutto dovrebbe andare bene. Forse sarebbe più facile parlare di ciò di cui non dovresti scrivere.

Articoli fuori tema – Il tuo blog dovrebbe già avere un tema. Non interrompere questo tema scrivendo su qualcosa di completamente diverso. Ad esempio, stai bloggando su film e programmi TV, ma un giorno hai appena trovato stimolante scrivere sui tuoi animali domestici.

I tuoi segreti personali – Un blog è una cosa, un diario è un’altra. I lettori possono tollerare un rant di tanto in tanto, ma non è necessario che tu metta a nudo tutta la tua anima. Non solo ti esporrai al ridicolo, ma i tuoi lettori potrebbero anche sentirsi a disagio nel sapere troppo.

Questioni sul posto di lavoro – Non c’è contestazione sul luogo di lavoro che è fonte di molti conflitti, drammi e pettegolezzi succosi. Meglio lasciare tutti quelli lì, prenderlo nel tuo blog inviterà solo i lettori all’inizio, ma i problemi seguiranno rapidamente.

Questioni di famiglia – Va bene parlare di quello che è successo alla riunione di famiglia, ma non di più. Abbiamo tutti membri della famiglia tutt’altro che perfetti o che hanno fatto cose davvero stupide, ma non è necessario trasmetterlo.

Informazione sensibile – Sicuramente sei libero di parlare di molte cose, ma assicurati di non divulgare troppe informazioni perché potrebbero essere in ascolto le persone sbagliate. Non fornire informazioni che possano mettere a rischio la tua sicurezza finanziaria o personale.

Web hosting

Promuovere il tuo blog

Molti buoni blog là fuori falliscono perché non stanno ottenendo abbastanza visibilità. Come fai ad assicurarti che ciò non accada al tuo blog? Promuovilo bene.

Potresti avere delle riserve sulla promozione di un sito relativamente nuovo e con pochi lettori o spettatori, ma pensaci in questo modo; in quale altro modo avrai più lettori o spettatori??

Quindi, come promuovi il tuo blog? La buona notizia è che i metodi più efficaci sono in realtà gratuiti.

Social media – Se hai già un account Facebook, Twitter o qualsiasi altro account di social media, assicurati di collegarli al tuo blog. Dato che sei già in un social network, prova a connetterti con persone che hanno un interesse simile a te o al tuo blog, non farà male a loro notare quel link.

Altri blog – Commenta i blog degli altri e lascia un link al tuo blog. In questo modo lo lascerai da qualche parte le persone che hanno lo stesso interesse che puoi vedere.

C’è un avvertimento qui; assicurati che questi commenti siano utili, sostanziali o costruttivi. Lasciando cattivi commenti o commenti progettati per abbattere quel blog mentre proponi il tuo, probabilmente inviterai parti ostili al tuo blog. Quei cattivi commenti saranno probabilmente cancellati dal proprietario del blog comunque.

Un altro modo in cui puoi utilizzare altri blog a tuo vantaggio è quello di scrivere una risposta a un post in un altro blog. Se decidi di farlo, assicurati di collegarti al blog a cui stai rispondendo, questo creerà un “trackback” e quel blog a cui hai collegato pubblicherà anche un link al tuo blog.

Messaggi degli ospiti – Questa è una cosa tit-to-tat popolare tra i neofiti del blog. Contatta altri proprietari di blog e offri di scrivere un post sul loro sito, in cambio puoi anche chiedere loro di scrivere per il tuo. Puoi anche scambiare link, in modo che più persone possano scoprire i tuoi rispettivi blog.

Prendi atto che non tutti i blogger saranno aperti a questa idea e, nonostante i suoi vantaggi, è meglio non premerli per concordare.

Forum online – Ci sono forum online per quasi tutto in questi giorni. Scopri quali sono i più popolari per l’argomento del tuo blog o quelli con molte persone che hanno maggiori probabilità di essere interessati al tuo blog.

Molti forum in realtà ti consentono di pubblicare un link al tuo sito nella firma che si trova in fondo a ogni post che scrivi, ma altri potrebbero anche richiedere di fare prima alcuni post.

Mantenere il tuo blog

Congratulazioni! Ora hai un blog. Tuttavia, non illuderti nel pensare che saranno tutte rose da qui perché il vero lavoro è appena iniziato; devi mantenere quel blog.

Ci sono due cose da ricordare qui; contenuto e coerenza. Il contenuto si riferisce al nuovo materiale che hai per i lettori ogni volta che visitano, la coerenza si riferisce a quanto regolarmente o frequentemente pubblichi quel nuovo materiale.

Mantieni il tuo blog assicurandoti che i tuoi lettori continuino a tornare di più, e nulla impedisce ai lettori di tornare di più come nuovi contenuti. C’è un altro vantaggio in questo, i robot dei motori di ricerca sono progettati per cercare nuovi contenuti, quindi più aggiorni i tuoi materiali e più sarai visibile ai robot di ricerca.

Anche tutti i nuovi contenuti non contano se non hai coerenza. Imposta un programma di aggiornamento regolare e seguilo in modo che i tuoi lettori sappiano quando aspettarsi qualcosa di nuovo. Ad esempio, aggiornando regolarmente tre volte a settimana.

Essere incoerenti può danneggiare il tuo traffico. I tuoi lettori saranno delusi nello scoprire che non hai nulla di nuovo da offrire, se li deludi più di una volta è probabile che smetteranno di visitare il tuo blog. Potrebbero anche dire agli altri che non c’è niente nel tuo blog su cui valga la pena tornare.

In precedenza in questo articolo abbiamo menzionato la determinazione dei nostri motivi per il blog al fine di ottenere indicazioni e scopi. È qui che entrano in gioco. Nel mantenere il tuo sito web potresti trovare difficile, e talvolta anche un lavoro ingrato, scrivere o inventare nuovo materiale da mettere in piedi.

Non c’è vergogna in questo; anche i migliori scrittori possono non riuscire a trovare materiale di tanto in tanto. Cosa fanno? Tornano alle basi e si chiedono perché scrivono. Direzione e scopo.

Altri suggerimenti per i blog

Cosa va online, resta online – Cosa succede a Las Vegas … beh, sai il resto. Tuttavia, è esattamente il contrario quando si tratta di blog; ciò che va online rimane online, molto probabilmente per sempre.

Ciò significa che devi stare attento a ciò che pubblichi e non stiamo parlando solo di errori di battitura e errori grammaticali che anche gli alunni elementari possono individuare, si tratta delle tue opinioni, dei tuoi dubbi e dei tuoi sentimenti.

Vale davvero la pena blog su una lotta davvero brutta con il tuo migliore amico? E se tra qualche giorno sistemassi le cose? Certo, l’amicizia è tornata in pista, ma quel post sarà sempre lì per ricordarti quella rozza patch. Sarà anche più imbarazzante se hai detto alcune cose piuttosto cattive su di lui o su quel blog.

La stessa cautela può essere applicata ai blog su persone che potrebbero averti offeso, stabilimenti che non ti sono piaciuti o altre esperienze spiacevoli. Ricorda che blog è come dire qualcosa che non puoi riprendere. Un buon consiglio qui è di non pubblicare qualcosa a meno che non valga davvero la pena pubblicare.

Non essere troppo rigido nella tua scrittura – Con questo intendiamo non scrivere troppo formalmente. Rendi i tuoi contenuti più conversativi con i seguenti suggerimenti:

  • Usa le parole “tu” e “io”– Prova a contare quante volte vengono visualizzate queste parole durante una normale conversazione e perderai traccia. Usarli spesso farà sentire i tuoi lettori che stai parlando con loro a livello personale.
  • Spezzare quei paragrafi – In elementari, ci hanno insegnato che un paragrafo è composto da molte frasi. Tuttavia, questo non è più applicabile quando si tratta di leggere online. Enormi gruppi di frasi compongono blocchi di testo che non sono solo scoraggianti; possono anche rendere difficile per il tuo lettore individuare i punti importanti che desideri superare.
  • Usa il corsivo – Usa parole in corsivo ogni volta che fai una domanda o rispondi a una. Questo renderà il tuo blog più simile a una conversazione e spezzerà anche la monotonia dell’aspetto del testo. D’altra parte, va detto che la capitalizzazione di certe frasi e frasi avrà l’effetto opposto e farà pensare ai lettori che stai urlando contro di loro. Non stiamo dicendo di non usarli mai; puoi mettere in maiuscolo acronimi, idee importanti e persino la battuta finale di uno scherzo. La chiave qui è usare la capitalizzazione con parsimonia e in modo appropriato.
  • Non essere troppo formale – Fai finta di parlare con qualcuno, è sempre un buon consiglio quando si tratta di scrivere un blog. Dopotutto è un blog, non un documento che deve essere esaminato dalla comunità scientifica o un saggio per il tuo insegnante di composizione.
  • Il contenuto influisce sui parametri di ricerca – Potresti sapere come funzionano i motori di ricerca; cercano le parole chiave nel tuo articolo e la ricerca più pertinente viene visualizzata in cima. Questo probabilmente ti porterà a riempire la pagina con così tante parole chiave racchiuse tra quelle che possono essere chiamate solo parole e frasi fluff. Quello che potresti non sapere è che i robot di ricerca di Google sono programmati per cercare contenuti dettagliati e non solo quante volte una parola è apparsa in una pagina o dove è apparsa in quella pagina. Qual è la linea di fondo qui? Scrivi per i tuoi lettori e non per il motore di ricerca.
  • I tuoi lettori contano – Potresti essere tentato di vedere i visitatori del tuo blog come semplici successi; contano solo i numeri e non quello che pensano del tuo blog. Potresti non preoccuparti di quello che pensano del tuo blog. Tuttavia, questi lettori sono persone con sentimenti e opinioni, e più questi sentimenti e opinioni sono suscitati, influenzati o modellati dai tuoi articoli, più è probabile che ritornino e leggano più materiale. La cosa migliore è che possono anche consigliare il tuo blog ad altri, che li consiglieranno anche ad altri, e così via. Qual è un’altra buona ragione per pensare a cosa pensano i tuoi lettori? Risposta. Abbiamo già detto che mentre gli scrittori e ispirano i lettori, i lettori possono anche ispirare gli scrittori con feedback positivi o costruttivi. Anche un feedback negativo può avere risultati positivi.

I blog avranno alti e bassi

La creazione di un blog è una questione facile. Quello che succede dopo di solito comporta molto lavoro. Qualunque sia il tuo scopo nel decidere di rendere parte della tua mente e del tuo cuore aperti al pubblico, se vuoi migliorare le tue abilità, rallegrare il giorno degli altri o fare soldi, assicurati di essere impegnato prima ancora di iniziare.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map