25 anni del World Wide Web

25 anni del World Wide Web

Oggi segna la celebrazione del 25 ° compleanno di una creazione che presenta l’umanità cambiata per sempre e ha sviluppato un mondo digitale unico all’interno di una generazione. Ieri non c’era un dessert per il compleanno, ma avresti potuto essere perdonato per aver pensato che una celebrità fosse appena stata scoperta durante il Science Museum.


Piuttosto, i fotografi e i gruppi cinematografici erano stati raggruppati attorno a un sistema informatico di colore nero, decisamente vecchio stile e tastiera. Nel tentativo di rendere lo spettacolo un po ‘più interessante, i datori di lavoro del museo avevano vestito un lavoratore con indumenti tecnologici obbligatori: strato bianco e guanti bianchi.

La baronessa Martha Lane Fox era presente. Il pari, che ultimamente ha completato un periodo di lavoro a causa del vincitore elettronico del governo, ha preso le luci della ribalta quando la notizia ha rinunciato, cercando di rendere il computer interessante. Folle di scolari sono passate a malapena a colpo d’occhio – facile da capire a condizione della vista poco entusiasmante di un vecchio computer.

Tuttavia non avrebbero potuto essere ancora più errati. Perché il cubo seguente è il dispositivo su cui Internet è stato sviluppato dallo scienziato britannico del sistema informatico Sir Tim Berners-Lee.Tim-Berners-Lee-008 Davvero l’unico suggerimento dell’importanza di un adesivo bianco sbrindellato a causa dell’avvertimento: “Questo dispositivo è un host: PROVA A NON SPEGNERLO !!” Oggi può essere difficile da credere, tuttavia 25 anni fa non si è verificata la connessione a Internet in tutto il mondo – fino a quando Sir Tim non ha sviluppato un modo di usare siti di sistemi informatici per parlare tra loro.

Tuttavia, chiaramente non c’era stata alcuna ambizione preliminare per emancipare il mondo attraverso la libertà di dati per tutti. Le origini erano state molto più banali: uno sforzo per migliorare l’interazione tra l’enorme numero di scienziati inclusi nel Cern, l’organizzazione europea per l’analisi nucleare, in Svizzera.

Sir Tim era un 34enne laureato in fisica che lavorava come professionista del software al Cern nel 1989, ogni volta che pubblicava un documento chiamato semplicemente “Controllo dei suggerimenti: una proposta”. Ha affermato: “la speranza sarebbe quella di consentire lo sviluppo di un pool di informazioni che possa crescere e evolversi aiutato dall’organizzazione e dai lavori che definisce”. Ironicamente, l’obiettivo è stato immaginato come “un sistema di informazione universale collegato” dove ” la generalità e la portabilità sono molto più importanti delle fantasiose strategie illustrative e dei servizi extra complessi “.

All’inizio la tecnologia dell’informazione era stata maledetta da deboli elogi, il suo supervisore Mike Sendall scriveva “vago ma eccitante” in copertina.

Imperterrito, Sir Tim ha continuato a scrivere l’HyperText Transfer Protocol (HTTP), HyperText Markup Language (HTML) e anche il primo vero browser Internet, WorldWideWeb. All’inizio Internet era stato chiamato “Mesh” – con “Around The Globe Web” creato da Sir Tim nel 1990. Nel 1993 Cern ha permesso che la tecnologia potesse essere usata liberamente da tutti. E nel giro di un paio di anni un numero incredibile di individui a livello globale sono stati catturati per quanto riguarda il movimento di dettagli che il web offre.

I decenni perché hanno visto dotcom fortune fatte e perse, quindi l’ondata di siti di social network. Oggi ci sono oltre 600 milioni di siti Internet a livello globale, così come le funzionalità web hanno cambiato per sempre le cose per le persone che sono in grado di accedere alle informazioni e condividere le cose in un modo forse non fattibile per una generazione passata.

Ha fornito una dimensione unica attraverso la quale comunicare. La scala è vasta, con miliardi online, e centinaia di milioni di e-mail e 20 milioni di foto scambiate ogni singolo minuto – per non parlare dei miliardi spesi.

Mentre molti avrebbero spudoratamente sfruttato il riconoscimento per essere la persona che ha inventato da solo Internet, Sir Tim ha principalmente evitato le luci della ribalta e continua a lavorare per pubblicizzare i principi associati al web attraverso Internet Foundation, che ha fondato, insieme a con la loro parte come direttore per quanto riguarda il World Large Web Consortium.

Ed ecco alcuni dei servizi di hosting di siti Web che abbiamo esaminato e che consigliamo a voi:

1.Siteground 2.Godaddy 3.TSOHost.co.uk

e qui puoi leggere le migliori recensioni di web hosting nel Regno Unito e il nostro hosting WordPress principale nel Regno Unito

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map